giovedì 23 febbraio | 00:30
pubblicato il 09/set/2014 13:55

Cia: 20% frodi alimentari colpisce vino,bene Gdf su falsi Brunello

Frodi scippano a sistema Italia piu' di un miliardo di euro l'anno (ASCA) - Roma, 9 set 2014 - Il 20% delle frodi alimentari, che "scippano" al sistema Italia piu' di un miliardo di euro l'anno, colpisce il vino. Un settore d'eccellenza del nostro Paese, che genera quasi 10 miliardi di fatturato, di cui la meta' realizzati sui mercati stranieri dove una bottiglia su cinque e' "made in Italy". Lo ricorda la Confederazione italiana agricoltori commentando l'operazione della Guardia di finanza di Siena che ha permesso di bloccare un traffico milionario di falsi vini Docg toscani. "Serve il massimo rigore per garantire i consumatori e tutelare gli agricoltori da questa insopportabile concorrenza sleale, soprattutto in un momento difficile come questo in cui i produttori sono alle prese con una vendemmia incerta a causa del maltempo", sottolinea la Cia esprimendo grande soddisfazione per l'operato dei finanzieri.

(segue) Cos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech