sabato 21 gennaio | 09:40
pubblicato il 29/apr/2013 15:39

Chrysler: utile netto a 166 mln dollari, -64,9% (1Upd)

(ASCA) - Torino, 29 apr - Il cambio di modelli e quindi il rallentamento della produzione e delle consegne soprattutto in Europa e in America Latina, l'aumento dei costi per gli investimenti sostenuti per consentire il rinnovo ha influito sui risultati trimestrali di Chrysler che ha chiuso il primo trimestre 2013 con un utile netto di 166 milioni di dollari contro i 473 milioni dello stesso periodo del 2012 (-64,9%).

Il fatturato e' stato di di 15,4 miliardi di dollari contro i 16,4 del primo trimestre 2012. E' quanto evidenzia il report trimestrale della societa' di Detroit controllata dalla Fiat con il 58,5% del capitale. L'utile operativo e' diminuito a 435 milioni rispetto ai 740 dell'anno precedente. Le consegne sono diminuite da 607mila a 574mila, principalmente per il calo delle Jeep Liberty la cui produzione e' cessata nel 2012 in vista del lancio della nuova Jeep Cherokee nel secondo trimestre dell'anno. Che assieme al lancio anche del pickup Ram Heavy Duty dovrebe consentire una performance decisamente migliore nel prossimo trimestre. Il rallentamento non ha riguardato il Nord America, negli Stati Uniti il gruppo ha aumentato la propria quota di mercato dello 0,2% rispetto al primo trimestre del 2012 toccando l'11,4%, mentre in Canda e' salita dal 15 al 16%. Le vendite su scala globale nei primi tre mesi dell'anno hanno raggiunto le 563.000 unita', in aumento dell'8% rispetto a 12 mesi prima grazie a +12% delle vendite retail negli Stati Uniti.

Il debito industriale netto al 31 marzo si e' dimezzato scendendo a 619 milioni di dollari contro 1,3 miliardi dell'anno prima e 1 miliardo al 31 dicembre 2012. Il gruppo conferma i suoi target per il 2013 compreso un numero di consegne globali comprese tra 2,6 e 2,7 milioni di veicoli, un margine operativo di 3,8 miliadi e un utile netto di 2,2 miliardi. eg/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Agroalimentare
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4