sabato 25 febbraio | 06:08
pubblicato il 28/ott/2013 16:19

Chimica: Puccioni, modello da imitare ma la politica ci dia certezze

(ASCA) - Milano, 28 ott - ''I dati presentati oggi dimostrano concretamente che la chimica e' un modello da imitare per perseguire una crescita sostenibile dal punto di vista sociale, ambientale ed economico. Non possiamo piu' consentire di essere giudicati con lo sguardo a un passato remoto invece che al presente''. Lo ha affermato Cesare Puccioni, Presidente di Federchimica, in occasione del 19* Rapporto Responsible Care, presentato oggi a Milano.

''Le aziende di Responsible Care - ha aggiunto - hanno maturato un'esperienza di alcuni decenni nel conseguimento dello sviluppo sostenibile: un impegno che deve essere riconosciuto e valorizzato. Peraltro, la collaborazione in atto con le Organizzazioni Sindacali all'interno di Responsible Care sui temi dello Sviluppo Sostenibile e della Responsabilita' Sociale d'Impresa, che vengono identificate come strumento di crescita della cultura manageriale e d'impresa, e' fondamentale nel contesto competitivo attuale e dei prossimi anni''. ''Abbiamo pero' disperato bisogno - ha sottolineato Puccioni - di un quadro normativo teso ad abbattere le barriere amministrative, dando velocita' e certezze alle procedure autorizzative, che per un'azienda italiana sono di 5-10 volte superiori a quelle medie europee. Anche i nostri sforzi in termini di efficienza energetica devono trovare riscontro in una politica adeguata, specie per un settore energivoro come la chimica''. ''La politica - ha concluso il presidente di Federchimica - faccia la sua parte, dandoci certezza, stabilita' e un Sistema Paese competitivo: il si' bipartisan di qualche giorno fa della Camera dei Deputati alla promozione di una politica industriale per i poli chimici e' un segnale incoraggiante, che speriamo di veder presto tradotto in azioni concrete''.

E dai politici partecipanti alla presentazione del Rapporto sono arrivati segnali positivi d'attenzione alle esigenze manifestate da Puccioni. Nel suo intervento Raffaello Vignali, Componente Commissioni Attivita' Produttive, Commercio e Turismo e Politiche dell'Unione Europea della Camera, ha osservato che ''il dato storico degli ultimi dieci anni in termini di investimenti e i risultati nel rispetto ambientale, ma anche sulla sicurezza del lavoro, ci dice che la chimica in Italia e' forse il settore che ha compiuto maggiori progressi su questo fronte.

Percio' dobbiamo considerare la chimica come un settore sostenibile, superando vecchi pregiudizi''. Poi, Stefano Vaccari, Segretario della Commissione Territorio, Ambiente e Beni Ambientali del Senato, nella sua relazione ha commentato: ''Il Rapporto Responsible Care ci parla di una volonta' concreta dell' industria chimica in questo Paese di scegliere lo sviluppo sostenibile. Ora serve una politica di sostegno e riconoscimento all'innovazione e alla ricerca, che tenga in considerazione i legami tra le varie filiere, che semplifichi le procedure per l'autorizzazione di nuove imprese e il consolidamento di quelle esistenti, per attrarre nuovi capitali italiani ed esteri nel settore''.

red/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech