domenica 04 dicembre | 07:43
pubblicato il 06/mag/2014 17:50

Cgil: Landini, si conferma idea un po' autoritaria della gestione

(ASCA) - Rimini, 6 mag 2014 - ''Si conferma un carattere non democratico ma un'idea un po' autoritaria nella gestione di un organismo complesso come la Cgil''. Cosi' Maurizio Landini, segretario della Fiom, dal palco del Congresso della Cgil, critica la modalita' scelta di presentare le liste per il nuovo direttivo entro domani mattina alle 9.30.

''Esprimo - ha detto Landini - il mio disaccordo con questa modalita': senza essere ipocrita e' indubbio che nel congresso si confrontano e ci sono idee diverse ma nemmeno nelle peggiori assemblee condominiale chiudi il confronto prima di aprirlo dopo aver fatto la relazione. Sono abituato - ha detto ancora - che un congresso serve per discutere dopo che il segretario ha fatto le conclusioni. Se vogliamo fare il congresso dobbiamo metterci nella condizione di poterlo fare. Se si sceglie un'altra strada, ci si assume la responsabilita' di non voler fare un congresso''.

Duro anche l'ex segretario della Fiom Gianni Rinaldini che ha parlato di una ''presa in giro perche' questo e' un congresso che non esiste''.

afe/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari