sabato 25 febbraio | 13:13
pubblicato il 26/set/2014 12:18

Cgil: estendere diritti lavoratori, governo inverta rotta

Lamonica: "Torneremo in piazza, serve una politica doversa" (ASCA) - Roma, 26 set 2014 - "Il Paese ha bisogno di cambiamento, un cambiamento, pero', che deve avere come bussola l'allargamento dei diritti, non la loro riduzione". Lo ha detto il segretario confederale della Cgil, Vera Lamonica, ospite della trasmissione di Rai 3 Agora' chiedendo al governo d'invertire la rotta e annunciando l'intenzione di tornare in piazza.

"E' necessario includere nelle tutele esistenti chi oggi ne e' privo, perche' vittima delle scelte politiche sbagliate fatti in questi anni, e costruirne di nuove", ha aggiunto "E non mi riferisco solo a quelle previste dall'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori sui licenziamenti senza giusta causa: maternita', equo compenso, malattia, ammortizzatori sociali sono strumenti e diritti che vanno universalizzati". Per la dirigente sindacale "bisogna tornare a parlare di lavoro povero, lavoro sommerso, lavoro irregolare". (Segue) Red-Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech