lunedì 20 febbraio | 05:52
pubblicato il 22/feb/2013 15:14

Cgil: Camusso, un milione di nuovi iscritti al nostro sindacato

(ASCA) - Roma, 22 feb - ''Tra i circa 5 milioni e 700mila iscritti alla Cgil del 2012, un milione e' costituito da nuovi iscritti che vanno a sostituire un numero quasi uguale di iscritti che escono''. Lo ha dichiarato il segretario generale della Cgil Susanna Camusso commentando i dati sugli iscritti al Sindacato nel 2012. Nel 2012 il numero degli iscritti alla Cgil e' aumentato di 27.678 unita'. Diminuisce la quota media che gli iscritti pagano alla Cgil. Nei dati diffusi dal sindacato mancano dati specifici, ma Camusso e il segretario confederale Cgil Vincenzo Scudiere hanno precisato che mentre la quota media del 2011 era superiore a 80 euro annuali ad iscritto, nel 2012 la media e' stata tra i 70 e gli 80 euro.

Sul Nidil, il Sindacato dei Lavoratori atipici della Cgil, dove c'e' un aumento degli iscritti del 16,29%, Camusso si e' voluta soffermare dicendo che ''questo rappresenta una categoria in difficolta' e rischia di diventare un sindacato di disoccupati. Spesso si passa da una collaborazione a progetto al nulla. E in questo la legge non contrasta la precarieta'. Sta dimunuendo il lavoro strutturato e organizzato e crescono invece strutture di lavoro povere''.

tgl/mau/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia