venerdì 24 febbraio | 11:54
pubblicato il 20/ott/2014 13:45

Cgil: 1 milione pronti a scendere in piazza il 25 ottobre

In difesa del lavoro

Cgil: 1 milione pronti a scendere in piazza il 25 ottobre

Roma, 20 ott. (askanews) - Un milione di persone sono pronte a scendere in piazza il 25 ottobre per prendere parte alla manifestazione organizzata dalla Cgil in difesa del lavoro. È quanto emerge da una indagine commissionata dal sindacato di Corso Italia alla Tecnè. Le interviste sono state realizzate tra il 10 e il 13 ottobre.

Secondo una proiezione di Tecnè, dunque, serebbero 1 milione i cittadini intenzionati a partecipare alla manifestazione. Per l'evento in programma sabato prossimo, secondo i dati relativi a venerdì scorso, forniti dalla Cgil, sono oltre 2.300 i pullman prenotati e altri probabilmente verranno affittati all'estero. Sette i treni straordinari e una nave arriverà dalla Sardegna. Escluso il Lazio, sempre stando ai dati di venerdì scorso, sono oltre 120mila le persone che hanno prenotato un viaggio per partecipare alla manifestazione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech