sabato 10 dicembre | 23:47
pubblicato il 06/dic/2014 12:39

Cgia: la crisi è costata 59 mld euro di ammortizzatori sociali

72,7% da contributi lavoratori-imprese, 27,3% fiscalità generale

Cgia: la crisi è costata 59 mld euro di ammortizzatori sociali

Roma, 6 dic. (askanews) - Tra il 2009 e il 2013, al netto dei contributi figurativi, le spese per gli ammortizzatori sociali sono costate quasi 59 miliardi di euro. Il calcolo è dell'ufficio studi della Cgia che ha quantificato le entrate e le uscite riferite alla Cig ordinaria, alla Cig straordinaria, alla Cig straordinaria in deroga, all'indennità di mobilità, all'AspI e alla mini-AspI (introdotte nel 2013) e ai trattamenti di disoccupazione.

La gran parte dell'importo di questi sussidi (il 72,7%), che in termini assoluti corrisponde a 42,8 miliardi di euro, è stata coperta dai contributi versati dai lavoratori dipendenti e dalle imprese, mentre la parte rimanente (il 27,3%), pari a poco più di 16 miliardi di euro, è stata pagata dalla fiscalità generale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina