giovedì 08 dicembre | 09:16
pubblicato il 22/set/2014 15:30

Cgia, con Pil rivalutato pressione fiscale reale sfiora il 50%

(ASCA) - Roma, 22 set 2014 - Con la rivalutazione del Pil, effettuata in applicazione delle nuove regole europee di contabilita' nazionale, nel 2013 la pressione fiscale in Italia e' scesa al 43,3%: 0,5 punti percentuali in meno rispetto al dato calcolato con la vecchia metodologia., ma quella reale sfiora il 50%. Lo afferma la Cgia che ha ricalcolato il dato tenendo conto solo di coloro che pagano effettivamente le tasse.

''La pressione fiscale reale - dichiara il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi - vale a dire quella che grava sui contribuenti onesti, che si misura togliendo dal Pil nominale il 'peso' dell'economia non osservata, si colloca appena sotto il 50%, attestandosi, secondo una nostra stima, al 49,4%. Un carico fiscale spaventoso''. com-sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni