mercoledì 18 gennaio | 07:28
pubblicato il 22/set/2014 15:30

Cgia, con Pil rivalutato pressione fiscale reale sfiora il 50%

(ASCA) - Roma, 22 set 2014 - Con la rivalutazione del Pil, effettuata in applicazione delle nuove regole europee di contabilita' nazionale, nel 2013 la pressione fiscale in Italia e' scesa al 43,3%: 0,5 punti percentuali in meno rispetto al dato calcolato con la vecchia metodologia., ma quella reale sfiora il 50%. Lo afferma la Cgia che ha ricalcolato il dato tenendo conto solo di coloro che pagano effettivamente le tasse.

''La pressione fiscale reale - dichiara il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi - vale a dire quella che grava sui contribuenti onesti, che si misura togliendo dal Pil nominale il 'peso' dell'economia non osservata, si colloca appena sotto il 50%, attestandosi, secondo una nostra stima, al 49,4%. Un carico fiscale spaventoso''. com-sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa