domenica 22 gennaio | 22:05
pubblicato il 27/apr/2012 11:09

Censimento/ Istat: In 150 anni popolazione triplicata

Nel 1861 gli italiani erano 22 milioni, 59,5 milioni nel 2011

Censimento/ Istat: In 150 anni popolazione triplicata

Roma, 27 apr. (askanews) - La popolazione residente in Italia in 150 anni è quasi triplicata. Dal primo censimento italiano del 1861 al più recente del 2011 gli abitanti in Italia sono passati da poco più di 22 milioni a circa 59,5 milioni. Questo il dato reso noto dall'Istat nella diffusione dei risultati preliminari dell'utinmo censimento avviato lo scorso ottobre. I primi risultati del quindicesimo censimento segnalano un incremento di popolazione nel periodo intercensuario del 4,3%. La popolazione è cresciuta soprattutto al centro nord dove oltre il 70% dei Comuni ha registrato un incremento demografico; all'opposto il numero dei residenti è sceso in oltre il 70% dei Comuni localizzati nel sud e nelle isole.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4