domenica 11 dicembre | 07:18
pubblicato il 01/ago/2013 11:48

Cdp: ok linee guida Piano Industriale 2013-15. Nuove risorse per 95 mld

(ASCA) - Roma, 1 ago - Il Cda della Cassa depositi e prestiti Spa (CDP) ha approvato le linee guida del Piano Industriale 2013-2015. All'approvazione definitiva del Piano, nei suoi dettagli, provvedera' il Consiglio nella prossima riunione, prevista per l'11 settembre.

A seguito delle recenti acquisizioni di Fintecna, SACE e Simest. il Piano detta le linee di indirizzo per l'intero Gruppo che, oltre alla capogruppo CDP ed alle societa' neo-acquisite, include anche CDP Investimenti SGR e il Fondo Strategico Italiano.

Nell'arco temporale del Piano, il Gruppo CDP continuera' a dare un rilevante contributo all'attuazione delle politiche industriali del Paese, attraverso l'erogazione di credito per investimenti pubblici, infrastrutture e imprese - in chiave anticiclica e con un'ottica di medio-lungo termine - e investimenti nel capitale di rischio diretti (reti energetiche e altri asset strategici), e indiretti (tramite il Fondo Italiano di Investimento e il Fondo Strategico Italiano), finalizzati a supportare la crescita dimensionale e lo sviluppo internazionale di PMI e imprese di rilevanza strategica.

Nuove risorse fino a Euro 95 mld, il 6% del PIL Il Piano prevede che nel triennio siano mobilitate e gestite a favore dei segmenti Enti Pubblici e Territorio, Infrastrutture e Imprese risorse fino a 80 miliardi di euro, circa il 5% del PIL nazionale. Ulteriori 15 miliardi di euro, che porterebbero il totale fino a circa 95 miliardi di euro, potranno essere immessi nell'economia attraverso specifici interventi finalizzati all'allargamento del perimetro di attivita' del Gruppo, in analogia con quanto fatto in altri Paesi europei: in tal caso il contributo del Gruppo CDP alla crescita dell'Italia sarebbe pari al 2% del PIL all'anno (6% nel triennio).

Per gli enti Pubblici e Territorio, a supporto degli investimenti pubblici produttivi, nel triennio verranno immessi nell'economia fino a 23 miliardi di euro, di cui circa 2 miliardi in capitale di rischio.

Per le Imprese, fino a 48 miliardi di euro, di cui circa 3,5 miliardi in capitale di rischio, saranno dedicati al supporto della crescita e dell'internazionalizzazione delle imprese e alla valorizzazione di asset strategici per il Paese.

Per il Mezzogiorno, il ruolo del Gruppo CDP a supporto dell'economia del Paese riguardera' anche la promozione dello sviluppo del Mezzogiorno, a favore del quale nello scorso triennio sono state mobilitate e gestite dal Gruppo risorse per circa 20 miliardi di euro. Nell'arco del Piano sono previsti interventi specifici per il consolidamento delle public utilities partecipate da enti locali, il potenziamento degli investimenti in social housing, anche promuovendo l'utilizzo fondi strutturali UE, il finanziamento diretto di infrastrutture portuali, viarie, ferroviarie e turistiche; la valorizzazione del gruppo Fincantieri avra' ricadute positive anche per gli importanti insediamenti produttivi presenti sul territorio.

Altre iniziative riguardano specifici interventi, finalizzati all'allargamento del perimetro di attivita' del Gruppo, nel triennio potrebbero essere mobilitati fino a ulteriori 15 miliardi di euro (per un totale di 95 miliardi di euro), nei diversi segmenti: Enti Pubblici e Territorio fino a circa 4 miliardi di euro; Infrastrutture fino a circa 1 miliardo; Imprese fino a circa 5 miliardi per nuovi prodotti di export finance e internazionalizzazione, altri interventi a supporto dell'economia: fino a circa 5 miliardi di euro.

Nel periodo 2011-2013 Cdp avra' gia' mobilitato risorse per 57 miliardi di euro, ben superiori all'obiettivo iniziale di Piano 2011-2013 previsto in 43 miliardi.

Considerando anche SACE, SIMEST e Fintecna - acquisite nel 2012 - nel triennio 2010 - 2012 sono state immesse nell'economia risorse per 70 miliardi di euro. Lo comunica una nota di CDP.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina