sabato 03 dicembre | 03:26
pubblicato il 19/mar/2015 14:36

Cascina Triulza cerca laboratori dedicati ai bimbi per Expo 2015

Per coinvolgere i più piccoli sui temi dell'acqua e del cibo

Cascina Triulza cerca laboratori dedicati ai bimbi per Expo 2015

Milano (askanews) - Il valore dell'acqua, il mangiare sano, la sosteniblità ambientale: sono tre declinazioni del tema di Expo 2015 sulle quali Cascina Triulza vuole coinvolgere anche i visitatori più piccoli con una serie di laboratori a loro dedicati.

E per selezionare le migliori competenze nell'offerta di intrattenimento ed educational Fondazione Triulza lancia la call "Children Lab".

Felice Romeo, consigliere di Fondazione Triulza: "La call Children Lab nasce dall'esigenza di coinvolgere anche i bambini dentro le tematiche dell'Expo. Tenendo conto che già Cascina Triulza ha due spazi dedicati ai bambini, uno per i più piccoli da 0 a 4 anni, e invece un laboratorio da 4 anni in su. All'interno di questo laboratorio abbiamo lanciato una call affinchè sia animato da aziende del terzo settore".

I laboratori allestiti dalle aziende selezionate saranno inseriti nel programma di Expo dedicato alle famiglie, un impegno importante ma anche una grande opportunità di visibilità sul palcoscenico dell'Expo. "Alla call possono partecipare tutte le organizzazioni no profit ma anche quelle profit purché abbiano una collaborazione stretta con quelle non profit. Devono garantire tre laboratori al giorno di una durata di una ora con la presenza di almeno 20 bambini. E' scontato che, vista la presenza internazionale, il bilinguismo inglese-italiano è fondamentale".

Partner dell'iniziativa è il gruppo CAP, che gestisce il servizio idrico integrato nelle provincie di Milano, Monza e Brianza, Pavia, Varese e Como secondo il modello in house providing, e che è da sempre attento al tema dell'educazione all'uso consapevole delle risorse idriche.

Alessandro Russo, presidente del gruppo CAP. "Con i bambini in particolar modo siamo da sempre impegnati perché crediamo che sia proprio dalle nuove generazioni che bisogna partire per una educazione diversa al consumo e all'uso dell'acqua, sia per l'impiego alimentare, sia per quanto riguarda il suo uso generico come risorsa. Nel mondo ci sono tantissimi paese che non hanno l'acqua potabile. Avere coscienza che l'acqua è un diritto che va preservato e mantenuto e sulla base di questo va utilizzato con criterio è una delle battaglie su che i nostri soci ci stanno chiedendo un forte impegno. Cascina Triulza e le iniziative di Expo sono l'occasione per rafforzare questo concetto e questo valore".

Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari