mercoledì 25 gennaio | 00:21
pubblicato il 15/apr/2013 11:18

Casa: Istat, compravendite in calo. Nel 3* trim -23% passaggi (1 update)

(ASCA) - Roma, 15 apr - Compravendite di case in calo in Italia. Nel terzo trimestre 2012 - secondo i dati dell'Istat - ammontano a 134.984 le convenzioni notarili per compravendite immobiliari (ovvero i passaggi di proprieta') (-23,1% rispetto allo stesso periodo del 2011). Le convenzioni per la compravendita di unita' immobiliari ad uso abitazione ed accessori (125.903 nel III trimestre 2012), rappresentano il 93,3% delle convenzioni rogate, a fronte di un contenuto 6% per le convenzioni di compravendita di unita' immobiliari ad uso economico (8.065) e di un residuale 0,7% per quelle relative agli immobili ad uso speciale e le multiproprieta' (1.016).

Nel III trimestre 2012 le convenzioni per il trasferimento di proprieta' di unita' immobiliari ad uso economico raggiungono il loro vertice negativo (-25,7%); significativa e' anche la variazione tendenziale per i trasferimenti di proprieta' degli immobili ad uso abitazione ed accessori (-23,6%); in ambedue i casi si tratta del calo tendenziale piu' elevato a partire dal primo trimestre 2008.

Le convenzioni ad uso residenziale registrano, nello stesso trimestre, il calo tendenziale piu' marcato nel Nord-est (-25,4%), nel Nord-ovest (-24,7%) e nelle citta' non metropolitane (-24,1%).

Per le convenzioni che riguardano immobili ad uso economico il calo tendenziale e' maggiore nelle Isole (-31,9%), nel Nord-ovest (-29%) e nelle grandi citta' (-28,5%). Nei primi 9 mesi del 2012 le convenzioni notarili per compravendite di unita' immobiliari sono state 457.518 (-21,4% rispetto allo stesso periodo del 2011). Le Isole (-24,4%), il Nord-est (-23,3%) e il Centro (-22,5%) presentano cali tendenziali superiori alla media nazionale.

Le concessioni di ipoteche immobiliari a garanzia di mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni verso banche e soggetti diversi dalle banche registrano, nei primi tre trimestri del 2012, una flessione tendenziale del 39,5%, con picchi negativi nelle Isole (-50,6%) e nel Sud (-42,8%), che sono le ripartizioni dove si registrano i cali maggiori anche nel III trimestre (rispettivamente -43,9% e -42%).

Delle 193.101 convenzioni registrate dai notai nei primi nove mesi del 2012 per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare, il 33,9% si colloca nel Nord-ovest, il 24,6% nel Nord-est e solo il 6,9% nelle Isole.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4