domenica 04 dicembre | 22:01
pubblicato il 28/apr/2014 12:00

Casa, in commissioni Senato 340 emendamenti per decreto Lupi

Verso modifiche case abusive, cedolare secca, alloggi popolari

Casa, in commissioni Senato 340 emendamenti per decreto Lupi

Roma, 28 apr. (askanews) - Sono circa 340 gli emendamenti presentati nelle commissioni Lavori pubblici e Territorio del Senato al decreto legge che prevede il Piano casa. Tra le proposte anche una decina di richieste di modifica che arrivano dai relatori, i senatori del Pd, Stefano Esposito e Franco Mirabelli. Novità in vista sulla norma del decreto che prevede il divieto di allacciamento ai pubblici servizi, come elettricità e acqua, per chi occupa abusivamente un immobile. "Io credo che si debba migliorare quel testo - spiega Mirabelli aggiungendo che un emendamento che va in questa direzione lo ha presentato il Pd - si deve applicare a chi ha effettuato un'effrazione e ha occupato un immobile togliendolo ad un'altra famiglia che ne aveva diritto; il divieto non deve essere retroattivo e quindi deve riguardare solo le occupazioni da adesso in poi; e bisogna invertire la prospettiva: devono cioè essere le società di pubblici servizi ad assicurarsi che chi chiede un'utenza abbia titolarità per stare in quell'abitazione". Tra gli emendamenti firmati dai relatori la possibilità estesa anche ai Comuni (non solo quindi per gli Iacp) di accedere al fondo per ristrutturare gli alloggi popolari e disposizioni per rendere la procedura "più rapida affinché vengano messe al più presto a disposizione" le abitazioni, sottolinea Mirabelli. E ancora: che le vendite possano essere effettuate anche dai Comuni purché "i proventi vengano destinati esclusivamente a realizzare nuovi appartamenti". Tra le proposte che i relatori pensano di presentare a breve inoltre: una norma per ridurre l'Imu a chi applica il canone concordato e la cedolare secca del 10% e un'altra per allargare la platea (che ora riguarda solo i Comuni ad alta intensità abitativa) cui si può applicare la cedolare secca del 10% estendendo questa possibilità per esempio ai Comuni che hanno subito calamità naturali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari