lunedì 16 gennaio | 12:43
pubblicato il 06/nov/2013 16:22

Casa: Immobiliare.it, in calo domanda per i Loft. Prezzi giu' dell'11%

(ASCA) - Roma, 6 nov - Il cinema americano li aveva resi un cult, ma ora il mito dei loft sembra essere alquanto appannato e in meno di 5 anni i prezzi di questi immobili si sono ridotti fino all'11%.

Secondo l'indagine condotta da Immobiliare.it sul mercato dei loft in alcune delle piu' grandi citta' d'Italia, l'offerta in vendita cresce fino al 9% ma, al contempo, la domanda cala fino al 6%. Questo divario tra domanda e offerta - si legge in una nota - produce una discesa dei prezzi a doppia cifra in tutto il Paese, appena piu' contenuta a Milano.

''I loft hanno rappresentato l'espressione maggiore del boom del mercato immobiliare degli scorsi anni - ha dichiarato Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Gruppo Immobiliare.it - ma oggi gli italiani sono tornati a desiderare abitazioni piu' tradizionali. Non va sottovalutato anche un altro problema: essendo un immobile di natura commerciale, non ci si puo' prendere la residenza e, quindi, per il loft non e' possibile ottenere un mutuo prima casa''.

Alcune volte capita di leggere annunci di loft ''residenziali'', ma in quel caso si usa il termine in maniera impropria. L'accatastamento dei loft puro e' nella categoria C3, ossia quella di ''laboratori con permanenza di persone''. Proprio per questi motivi, quella del loft e' una tipologia di immobile piu' adatta a professionisti che la utilizzano sia come studio privato sia come abitazione, a patto, pero', che non necessitino di un mutuo prima casa per comprarlo. Tornando ai risultati della ricerca, fra le citta' prese a campione i prezzi dei loft calano in maniera meno forte a Milano, dove la contrazione e' pari al 6% rispetto al 2009.

Va peggio a Roma e Bologna, con un calo del 10% rispetto al 2009; la riduzione piu' marcata e' quella di Torino dove i prezzi richiesti per vendere un loft sono scesi dell' 11%.

A far scendere i prezzi anche l'aumento dell'offerta cresciuta soprattutto a Torino e Bologna, dove si toccano rispettivamente punte del +8% e +9%, grazie ai molti interventi di riqualificazione di ex poli industriali che - in tempi piu' recenti rispetto a Milano e Roma - hanno portato alla crescita della disponibilita' di spazi che possono essere adibiti a loft.

In ultimo una curiosita': forse perche' gli spazi sono meno tradizionali rispetto a quelli classici di una casa, o perche' sono piu' adatti a chi in casa passa meno tempo, ma a privilegiare il loft sono soprattutto gli uomini, che rappresentano il 57% della domanda. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Cambi
Sterlina a minimi dopo crollo ottobre, cala sotto 1,2 su dollaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
A Milano il car sharing DriveNow apre alle auto elettriche