sabato 25 febbraio | 13:16
pubblicato il 27/apr/2013 12:57

Casa: Cgil-Sunia, flop della cedolare secca

(ASCA) - Roma, 27 apr - Oltre 420 milioni di minori entrate, con vantaggi sempre piu' consistenti all'aumentare dei redditi per una cifra pari a 4.700 euro regalati ai proprietari con piu' di 300 mila euro di reddito. E' una bocciatura senza appello quella della Cgil Nazionale e del Sunia per la ''cedolare secca'', ovvero l'imposta sostitutiva sui redditi da locazione introdotta due anni fa con il decreto legislativo sul federalismo municipale, e che secondo una proiezione del sindacato portera' una perdita di gettito per il 2012 per altri 300 milioni di euro. A due anni dalla sua introduzione, l'organizzazione di corso d'Italia e il sindacato degli inquilini analizzando le dichiarazioni dei redditi del 2011, rilevano che ''l'introduzione della cedolare secca non solo non ha determinato un recupero significativo dell'evasione fiscale, uno dei presupposti del provvedimento, ma ha comportato enormi perdite di gettito''.

Lo studio della Cgil e del Sunia calcola infatti che si sia generata una perdita per l'erario pari a 422 milioni di euro, ovvero la differenza tra quanto si sarebbe incassato nel 2011 mantenendo la tassazione precedente e le entrate effettive da cedolare. Il fallimento della cedolare secca e' tutto nelle cifre: rispetto ad una previsione di entrate pari a circa 2,7 miliardi di euro nel 2011 e di 3,8 miliardi nel 2012 (successivamente corretta dal governo Monti), quelle effettive sono state di 875 milioni di euro nel 2011 e di un miliardo nel 2012. Nello studio si sostiene poi che ''se sul fronte delle entrate le previsioni sono state ampiamente smentite, e' lecito supporre un analogo fallimento su quello del recupero dell'evasione fiscale''. Secondo Laura Mariani, responsabile Politiche abitative della Cgil Nazionale, infatti, ''i contribuenti che hanno optato per la cedolare sono essenzialmente quelli che avevano gia' un contratto registrato. Lo confermano i dati storici relativi ai redditi da fabbricati dove si registra l'interruzione di un trend positivo dopo cinque anni di aumenti, non compensato da entrate derivanti dal contrasto all'evasione''.

red/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech