sabato 03 dicembre | 01:34
pubblicato il 01/lug/2014 13:38

Carige: cda nomina Piero Luigi Montani ad

(ASCA) - Roma, 1 lug 2014 - Il cda di Banca Carige ha nominato Piero Luigi Montani amministratore delegato dell'istituto dopo il suo ingresso nel cda in occasione dell'assemblea dei soci. Inoltre Gabriele Delmonte termina il distacco presso Banca Carige Italia dove ricopriva il ruolo di direttore generale, e rientra nella capogruppo Banca Carige per assumere da oggi la responsabilita' della direzione crediti del gruppo in sostituzione di Mario Cavanna che lascera' il servizio per il raggiungimento dei requisiti pensionistici.

''Queste nomine rappresentano un primo passo importante nel percorso di rinnovamento della struttura organizzativa e manageriale che il cda ha avviato con l'approvazione del piano 2014-2018 - commenta il rpesidente Cesare Castelbarco Albani - a breve completeremo il nuovo organigramma aziendale, la riorganizzazione dell'intera rete distributiva, nell'ottica di migliorare l'efficienza ed essere ancora piu' vicini al territorio, nonche' la ricomposizione degli organi amministrativi di alcune partecipate''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari