lunedì 23 gennaio | 08:17
pubblicato il 11/lug/2013 16:22

Carburanti: Up, non aumenti ingiustificati ma legati a crescita mercati

(ASCA) - Roma, 11 lug - ''Credo che non ci sia motivo per parlare di aumenti ingiustificati come hanno fatto alcune associazioni di consumatori. I prezzi dei carburanti in Italia seguono l'evoluzione dei mercati internazionali di riferimento e di quelli europei in particolare, tornati a crescere nell'ultima settimana per un totale di oltre 3 centesimi euro/litro, a causa delle tensioni internazionali, e per un deciso deprezzamento dell'euro nei confronti del dollaro che da solo vale 1,2 centesimi''. Lo precisa il presidente dell'Unione Petrolifera, Alessandro Gilotti sottolineando che ''tale situazione e' peraltro confermata dall'ultima rilevazione della Commissione europea relativa all'andamento del differenziale tra il prezzo industriale italiano e quello europeo, il cosiddetto ''stacco Italia'', che e' risultato in calo, seppure lieve, e che si mantiene su livelli molto bassi, evidenziando il sostanziale allineamento del nostro prezzo industriale (al netto delle tasse) con quello degli altri paesi europei''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4