domenica 26 febbraio | 23:30
pubblicato il 27/mar/2015 17:26

Camusso: spero che i nuovi assunti non diventino le prime vittime

"Bisogna vedere quanta di questa è occupazione aggiuntiva"

Camusso: spero che i nuovi assunti non diventino le prime vittime

Roma, (askanews) - "Un sindacato non può essere che contento che ci siano degli assunti a tempo indeterminato. Mi auguro che siano davvero degli assunti a tempo indeterminato e non diventino le prime vittime della facilità di licenziamento. Penso però che bisognerebbe vedere quanta di questa è occupazione aggiuntiva, quanta occupazione che si sarebbe creata comunque". Lo ha detto la leader della Cgil, Susanna Camusso, a Roma a margine della cerimonia per il trentennale della morte di Ezio Tarantelli, commentando l'annuncio dato dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, di 79mila assunzioni a tempo indeterminato nei primi due mesi del 2015.

"Il grande tema con cui il governo non si cimenta è che noi abbiamo il problema di far scendere i tassi di disoccupazione, non di mantenere una normale mobilità del mercato del lavoro ed è esattamente la ragione per cui invece di continuare ad accanirsi sulle regole del mercato del lavoro dovrebbero accanirsi su risorse e investimenti".

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech