lunedì 23 gennaio | 09:51
pubblicato il 08/set/2014 18:10

*Camusso: governo non ha coraggio, basta prendersela col lavoro

"Per realizzare cambiamenti straordinari rompere poteri" forti (ASCA) - Roma, 8 set 2014 - Il leader della Cgil, Susanna Camusso, imputa al governo Renzi "mancanza di coraggio". Intervenendo a una iniziativa per ricordare la figura del dirigente della Cgil Arvedo Forni, scomparso nel luglio scorso, Camusso ha sottolineato che "se vuoi effettuare cambiamenti straordinari devi avere il coraggio di rompere i poteri (forti, ndr) e non pigliarsela col lavoro".

Secondo il numero uno della Cgil "quando non si trova un soggetto per se' e non si riesce a fare le cose si cerca un colpevole. E in questa stagione il colpevole e' il lavoro, che non permette al mondo di evolversi". Camusso ha inoltre ricordato che "una organizzazione sindacale ha sempre un progetto e un'idea per il paese e non va avanti con improvvisazione giorno per giorno. Puo' sembrare estremamente innovativo cambiare tutto. Ma un minuto dopo quale societa' hai disegnato? Con quale livello di equita' e giustizia?".

Vis/Sar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4