sabato 21 gennaio | 01:15
pubblicato il 17/lug/2013 17:06

Campania: Mise, 150 mln per rilancio aree di crisi

(ASCA) - Roma, 17 lug - Diventa operativo il piano di rilancio delle aree colpite da crisi industriale della Campania. Il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, il Presidente della Regione Stefano Caldoro e l'Ad di Invitalia Domenico Arcuri hanno firmato oggi, presso il dicastero di via Veneto, un protocollo di intesa che avvia una serie di importanti azioni per la conversione e il rilancio delle principali aree di crisi industriali presenti sul territorio campano: Acerra, Airola, Avellino, Caserta e Castellammare di Stabia.

Le risorse a disposizione - in base al Piano di Azione e Coesione - ammontano a 150 milioni di euro. Gia' nei prossimi giorni, informa un comunicato, il Mise, in collaborazione con la Regione Campania, definira' le priorita' su cui concentrare gli interventie potra' attivare le procedure per raccogliere manifestazioni di interesse di realta' imprenditoriali intenzionate a realizzare investimenti anche a carattere innovativo nelle aree interessate. Tali investimenti saranno incentivati attraverso l'adozione di Contratti di Sviluppo e altre forme di agevolazione finanziaria.

La realizzazione del Piano di rilancio sara' attentamente monitorata da un Comitato esecutivo di 5 persone (3 in rappresentanza del Mise e 2 della Regione) che si avvarra' del supporto dell'Agenzia Invitalia e della societa' in house della Regione Campania. ''Con la firma di oggi - ha affermato il ministro Zanonato - rendiamo operativo un percorso importante per favorire il rilancio di aree produttive strategiche della Campania che stanno soffrendo particolarmente la crisi in atto. Grazie alla collaborazione col ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia e col presidente Caldoro, la Regione Campania potra' usufruire ora di strumenti particolarmente efficaci, come i Contratti di Sviluppo, per attrarre investimenti produttivi sul proprio territorio. La riconversione industriale e l'innovazione sono due armi molto importanti per contrastare gli effetti della crisi in atto e rilanciare il fronte occupazionale''.

''Questa decisione - ha commentato da parte sua il Ministro Trigilia - conferma l'utilita' della riprogrammazione effettuata con il Piano di Azione e Coesione, che ci ha consentito di riorientare risorse ancora non utilizzate per il rilancio del tessuto industriale del territorio campano. E' un caso esemplare che dimostra come la spinta all'accelerazione dell'utilizzo dei fondi strutturali possa efficacemente coniugarsi con il sostegno a interventi decisivi per l'economia regionale''. ''L'obiettivo - ha sottolineato a sua volta il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro - e' quello di stimolare il tessuto produttivo locale con una riqualificazione del territorio, attraverso nuovi investimenti in grado di contrastare la perdita di posti di lavoro conseguente alle criticita' economiche. Adesso bisognera' monitorare, per assicurare l'efficienza e la validita' della fase operativa. Insieme, Governo, Regione e parti sociali dovranno assicurare il massimo impegno. Gia' per meta' settembre puntiamo a pubblicare i primi bandi per i nuovi insediamenti produttivi nelle aree di crisi''.

com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4