venerdì 20 gennaio | 23:41
pubblicato il 11/dic/2015 15:18

Campania completa progetto banda ultralarga Telecom, è prima

Battiferri (Telecom): ok risultati con sinergia pubblico-privato

Campania completa progetto banda ultralarga Telecom, è prima

Roma, (askanews) - La collaborazione tra pubblico e privato porta a risultati importanti che "da soli è difficile raggiungere", ne è un esempio la Campania dove è stato possibile "accelerare i processi di digitalizzazione" grazie agli investimenti di fondi europei e di Telecom Italia. Ne è convinto Simone Battiferri, direttore Business di Telecom Italia/Tim, ospite di Smau Napoli, dove è stata annunciata la realizzazione delle rete di nuova generazione in fibra ottica nella regione Campania, la prima ad aver concluso il progetto che consentirà di attuare una politica integrata di sviluppo del territorio. Telecom Italia ha realizzato gli interventi infrastrutturali in 155 comuni per un investimento complessivo di oltre 175 milioni di euro, di cui 118 milioni di fondi europei e 57 milioni a carico di Telecom Italia, che si è aggiudicata il bando emesso dal ministero dello Sviluppo economico attraverso Infratel Ialia.

Un milione e 147mila le unità immobiliari abilitate alla fornitura di servizi digitali innovativi con connessioni da 30 a 100 Mbps, per un bacino di oltre 2 milioni e 800mila abitanti. In circa un anno e mezzo sono stati posati più di 6mila chilometri di cavi in fibra ottica e raggiunto il 71% del territorio regionale.

Per Battiferri, oltre alle infrastrutture occorre "che ci sia una sorta di educazione all'uso del digitale, passando anche attraverso una forma di coercizione e di costrizione. La tecnologia da sola non basta, se poi non ci sono i servizi".

D'accordo Salvatore Lombardo, amministratore delegato di Infratel Italia, secondo il quale si deve puntare sulla "comunicazione" e sulla "formazione" per spingere cittadini e imprese ad "abbandonare i servizi tradizionali" e scegliere la Rete. Si devono "fare molti investimenti per realizzare le infrastrutture, ma in Italia manca ancora una vera e propria cultura del digitale".

La Regione Campania sta lavorando per inserire "tutta la batteria di contenuti dell'agenda digitale anche nella nostra strategia di specializzazione intelligente proprio perché - ha dichiarato Valeria Fascione, assessore regionale all'Innovazione, alle Startup e all'Internazionalizzazione - va promossa una strategia globale".

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4