sabato 03 dicembre | 08:41
pubblicato il 11/feb/2016 18:20

Camiciaio di Fidel tra le botteghe romane che guardano all'estero

Ventotto artigiani nel progetto "Eccelenze Romane per l'Export"

Camiciaio di Fidel tra le botteghe romane che guardano all'estero

Roma, (askanews) - Gioielli, scarpe, cappelli, vetri e paralumi realizzati dagli artigiani di Roma. Una realtà straordinaria da valorizzare e far conoscere all'estero. E' così che è nato il progetto "Ere - Eccellenze Romane per l'Export" pensato dall'Irfi, Istituto romano per la formazione imprenditoriale, azienda speciale della Camera di Commercio di Roma, e cofinanziato dalla Regione Lazio. Il presidente dell'Irfi Erino Colombi:

"Questa iniziativa porta le migliori botteghe artigiane di Roma che si sono messe in gioco per andare a scrutare i mercati esteri. Qui ci sono delegazioni da Stati Uniti, Brasile e Canada, misurarsi con questi mondi vuol dire ragionare sul futuro, come portare queste cose bellissime in quei luoghi, vogliamo organizzarci per creare una filiera di successo a Roma".

Ventotto le botteghe sceltre tra oltre 60, le loro creazioni sono in mostra al Tempio di Adriano fino al 14 febbraio. Una Miniexpo di eccellenze: tra loro, lo scultore Dante Mortet che ha relizzato per Quentin Tarantino un'opera dedicata all'ultimo film "The Hateful Eight" con le mani degli attori. O la vetreria d'arte che ha restaurato la Cappella Sistina, il calzolaio che ha realizzato scarpe per attori come Robert De Niro e Dan, l'artigiano delle camicie di Fidel Castro:

"Abbiamo avuto la fortuna con un nostro collaboratore a Cuba che ci ha preparato un defilé lì, siamo stati i primi, all'Avana, e abbiamo avuto un grosso successo per cui ho avuto l'onore di fare le camicie anche a Raul e Fidel Castro".

"Abbiamo avuto tantissimi personaggi del cinema, della politica, della cultura, anche Frank Sinatra".

O Patrizia Fabri, titolare dell'omonimo laboratorio antico di cappelli. Sue molte creazioni per il teatro dell'Opera o stilisti internazionali.

"Sto cercando di far conoscere il mestiere del cappellaio, ormai in via d'estinzione e di rilanciare nel mio piccolo l'uso del cappello che è l'accessorio più sensuale, affascinante e femminile".

Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari