mercoledì 07 dicembre | 21:45
pubblicato il 10/apr/2013 09:28

Cambi: le valute reagiscono ai dati macro (Analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 10 apr - Continuano i movimenti di assestamento sui mercati, con tentativi di risalita per l'euro, che mantiene una buona forza relativa nei confronti del dollaro americano e con lo yen che rimane sotto pressione. Abbiamo visto qualche valuta andare a reagire sulla pubblicazione di dati macroeconomici, che ieri hanno interessato lo stato di salute dell'economia reale inglese e cinese. Partendo dalla prima, abbiamo ricevuto la comunicazione della produzione industriale e manifatturiera per il mese di febbraio, che hanno fatto rispettivamente segnare un +1.0% ed un +0.8%, contro attese di variazione mensile pari a +0.4% per entrambe e dati precedenti rilevati a -1.3% e -1.9%. La sterlina, sulla pubblicazione dei dati, e' andata a rompere a rialzo un triangolo di consolidamento che ci aveva mostrato durante la notte e nel corso della giornata e' riuscita a mantenere i guadagni, anche se lievi, che ha fatto segnare sul dollaro americano. Per quanto riguarda invece il colosso asiatico, abbiamo avuto la produzione delle variabili macroeconomiche relative alle importazioni ed esportazioni, che hanno in qualche modo stupito rispetto alle attese degli analisti. Partiamo dalla bilancia commerciale. Essa rappresenta la differenza tra le esportazioni e le importazioni di un Paese, andando a riflettere l'ingresso o l'uscita di capitale dallo stesso. Nel momento in cui le esportazioni dovessero essere maggiori delle importazioni, si parla di un trade surplus, che chiaramente corrisponde ad un ingresso di capitali. Il caso contrario viene comunemente definito trade deficit, con conseguente fuoriuscita di capitali dal Paese interessato. Bene, nel caso cinese, di fronte ad attese pari a +15.15 miliardi di dollari e ad un precedente +15.23 miliardi, per quanto riguarda il mese di marzo abbiamo avuto una bilancia commerciale negativa (-0.88) con le esportazioni che sono calate da 21.8% a 10% e le importazioni in forte aumento, da -15.2% a 14.1%. Quali gli effetti di questi dati? Il dollaro australiano, come si puo' notare dal grafico in pagina, e' andato a reagire in maniera positiva a causa del fatto che la Cina rappresenta il piu' grande partner commerciale dell'Australia ed un aumento delle importazioni puo' fare bene all'economia dell'isola. Si tratta di reazioni di breve periodo, che non possono per il momento portare alla partenza di movimenti di medio periodo a causa dell'incertezza ancora generalizzata ma che possono essere sfruttati per l'operativita' di breve e che, soprattutto, ci confermano come certe valute (ormai la maggior parte) siano pronte a reagire nel senso dei dati pubblicati, seguendo logiche non piu' legate alla propensione al rischio o all'avversione ad esso. EurUsd. Dal punto di vista tecnico, l'euro ieri ha tentato delle rotture dell'area individuata tramite la media a 21 oraria, senza tuttavia produrre estensioni fino al livello pensato, ovvero 1.2975. Nel momento in cui siamo tornati verso i massimi, dopo che i primi supporti indicati hanno prodotto questo tentativo ribassista ma che hanno sostanzialmente tenuto insieme al livello di 1.3000, il mercato e' andato a rompere a rialzo raggiungendo 1.3100, che ora rappresenta un buon livello di resistenza da seguire per la giornata. Ci troviamo di fronte a diversi punti sensibili in caso di rottura rialzista, punti che vengono presi dai massimi che sono stati compiuti durante la discesa da 1.3700. Si tratta di 1.3130 e 1.3160, raggiungibili a step in caso di rottura rialzista di 1.3115. Il fatto che la media mobile a 21 oraria sia in test questa mattina e che la trendline rialzista che contiene gli ultimi movimenti di salita passino vicine Ci restituisce dei buoni livelli di supporto da valutare per acquisti di euro, tenendo conto che un superamento a ribasso di 1.3050 puo' portare ad estensioni verso 1.3025 (minimo precedente) ed eventualmente a 1.3000, livello dove passa la media a 100, sempre oraria. UsdJpy. Fase di consolidamento per il UsdJpy nei dintorni della media a 21 oraria. Il livello di supporto di 98.75 ha tenuto ed ha impedito che partissero correzioni verso 98.00. Seguiamo i livelli su cui abbiamo ragionato ieri anche per la giornata di oggi. EurJpy. La falsa rottura dell'eurodollaro, con il dollaro yen che e' rimasto fermo, ha prodotto una falsa rottura (per i livelli che siamo andati a considerare noi) anche sull'EurJpy, ma anche qui la strategia difensiva che prevedeva un arrivo sui massimi in caso di tenuta dei supporti, ha fornito una buona via di fuga. Siamo ora in consolidamento sotto 130.00, livello che se superato di una quarantina di puti puo' portare al raggiungimento di nuove aree di massimo relative che vedono 131.20 come primo possibile target e 134.00 il prossimo livello cui prestare attenzione. GbpUsd. Buona price action della sterlina, che sta ritrovando logiche tecniche interpretabili, in attesa di vedere come si vorra' comportare nel medio periodo (si cominciano a notare potenziali segnali di rafforzamento, anche se i target per ora non sembrano lontani e consistenti). Rimanendo concentrati su time frame relativi alla giornata di oggi, vediamo come ci stiamo muovendo sopra la media a 21 oraria, in una congestione che restituisce a 1.5315 e 1.5345 i potenziali livelli sui quali valutare potenziali aumenti di volatilita'. Attenzione ai supporti ed alle resistenze, molto vicini al livelli indicati. Sul versante ribassista infatti, abbiamo la possibilita' di raggiungere il livello di 1.5280, prima di pensare a rotture piu' consistenti che potrebbero spingersi verso 1.5250 (area di supporto molto importante commentata ieri). Nel caso in cui la rottura dovesse avvenire a rialzo, l'ultimo punto da considerare come resistenza e' rappresentato da 1.5365, che in caso di superamento anche di 1.5375 potrebbe lasciare spazio verso 1.4520 (dato da punti precedenti). AudUsd. Buona tenuta dei supporti individuabili tramite le medie a 21 e 100 che sono andate ad incrociare a rialzo nel punto in cui passava un canale rialzista orario. I prezzi, dopo aver raggiunto i massimi in area 1.0480 hanno tentato delle estensioni che non sono state in grado di superare 1.0525. Tecnicamente non vediamo spunti operativi per la mattinata, possiamo attendere il raggiungimento dei punti di supporto, passanti tra 1.0485 e 1.0475, dove passa la trendline che sta accompagnando il movimento su un grafico orario, per pensare a posizionarci lunghi di australiani, tenendo conto che un superamento ribassista di 1.0465 potrebbe portare a correzioni verso 1.0440, dato dalla media a 100 oraria e dagli ultimi massimi, prima della salita di ieri. In caso di avvicinamento diretto ai massimi, e' possibile seguire eventuali rotture che possono portare al raggiungimento dei massimi precedenti in area 1.0565, nel caso in cui venga superato il livello di 1.0535 (punti di massimo precedenti). Nel caso in cui si tentino dei rialzi sul cambio, teniamo sotto osservazione lo stocastico orario, dove si potrebbe formare una divergenza ribassista. (Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilita' per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall'uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento e' soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed e' previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l'esattezza e non accetta alcuna responsabilita' per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacita' di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non e' destinato alla distribuzione, o all'utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l'uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione). red/rec/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni