mercoledì 07 dicembre | 21:52
pubblicato il 15/set/2014 09:03

Cambi: la settimana della sterlina (analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 15 set 2014 - Cominciamo una settimana particolare soprattutto per la sterlina inglese, che vedra' la pubblicazione di molti dati e soprattutto delle minute della Bank of England, con dati in pubblicazione anche sul fronte americano ed europeo che potrebbero risultare degli interessanti market mover. Attenzione particolare verra' riservata alla Banca Nazionale Svizzera che decidera' giovedi' mattina sui tassi di interesse di riferimento per il sistema interbancario elvetico (attualmente allo 0%) dopo le dichiarazioni arrivateci da Zurigo secondo le quali si possono considerare ipotesi di tassi negativi.

Il punto della situazione.

Si e' chiusa la seconda settimana caratterizzata da ottimi ritorni di volatilita' sui mercati valutari, con un dollaro australiano sotto pressione a causa di motivi prettamente tecnici e su cui abbiamo notato degli approfondimenti durante la notte dopo la pubblicazione dei dati relativi alla vendita di nuove auto (-1.8% contro un precedente -1.5%), una sterlina in consolidamento e rimbalzo dopo il trend negativo che ha caratterizzato l'intero mese di agosto, l'euro ancora in posizione di debolezza relativa sul dollaro americano e lo yen giapponese all'interno di uno scenario di medio periodo di indebolimento, ben partito alla rottura del livello pari a 105 yen per dollaro americano, un dollaro che sta mostrando la sua forza contro tutte le valute citate e che sta accompagnando anche le materie prime in posizione di sofferenza di breve periodo (si vedano per esempio oro e petrolio). Le borse si trovano in una fase di consolidamento sui massimi relativi (per quanto concerne le europee) ed assoluti (per quelle Usa) e la prossima decina di giorni potrebbe risultare decisiva al fine di comprendere la futura direzionalita' dei mercati azionari che, fino a quando si manterranno sopra i supporti di medio periodo (ci riferiamo ad area 9,500 per il Dax e 1,945.0 per lo S&P500 potrebbero (le condizioni sussistono ancora) tentare di compiere nuovi massimi, ma sui quali non esiteremo a considerare, dal punto di vista operativo, potenziali approfondimenti ribassisti che potrebbero verificarsi oggi come forma pero' ancora di correzione . Seguiremo con attenzione qualsiasi pubblicazione macro in grado di muovere il mercato, che come accennato sta mostrando buoni ritorni di volatilita', soprattutto sul valutario, senza andare a considerare nessun tipo di correlazione dal punto di vista operativo.

QUADRO TECNICO. EurUsd: continuiamo a valutare l'area che passa tra 1.29 3/4 e 1.2990 come zona di potenziale resistenza, dove passano i punti statici precedenti (ben individuabili sia su un time frame orario che a 4 ore) ponendo molta attenzione ad eventuali tentativi di ripartenza della moneta unica, dato l'incrocio a rialzo delle medie orarie che, in caso di tenuta di area 1.2925/40 potrebbero fungere da supporti dinamici, sui quali comunque non considereremo acquisti ma valuteremo eventuali ripartenze con rotture a rialzo. L'idea di seguire un 4 ore per valutare acquisti di dollari nelle aree studiate, con l'idea che ritorni sopra area 1.3015 possano rappresentare dei tentativi di estensione verso 1.3060 (con 1.30 1/4 a fare da scoglio) non ci sembra malvagia.

UsdJpy: come lo si guarda lo si guarda ma UsdJpy ha fin'ora mostrato soltanto segnali rialzisti. Siamo in attesa di storni sui supporti (che partono da 107.10 e si estendono fino a figura) per valutare eventuali possibilita' di acquisti di dollaro, tenendo conto che se il mercato dovesse stornare oltre area 106.95 potremmo assistere a tentativi di accelerazione con i prezzi che potrebbero puntare tutta l'area compresa tra 106.75 e 106.60, all'interno della quale potremmo fermarci in qualsiasi istante, data la poca chiarezza dei punti tecnici. In caso di superamento degli ultimi livelli visti con stocastico orario lontano dall'ipervenduto potrebbe essere possibile valutare eventuali accelerazioni verso 106.30.

EurJpy: il cross sembra alla ricerca di correzioni, che potrebbero svilupparsi dai prezzi attuali fino all'area che passa per 138.50, dove inizieremo a valutare eventuali frenate delle quotazioni. Tra qui e 138 1/4 infatti passano punti precedenti e la media a 21 oraria che potrebbero fungere da supporto e sui quali valuteremo eventuali acquisti soltanto in caso di avvicinamento dello stocastico a 4 ore all'area di ipervenduto.

GbpUsd: quasi 100 punti di congestione, con 1.6185 e 1.6275 a fare da confini per la sterlina. Seguiamo con attenzione potenziali rotture a rialzo o a ribasso della congestione, non disdegnando l'idea di utilizzare degli ordini di acquisto sopra i confini di resistenza visti per ricoprirsi da posizioni short che potenzialmente potrebbero essere aperte in limit a partire da 1.6270. In caso di rotture dirette a ribasso i target potrebbero essere rappresentati da area 1.6120, mentre in caso di tenuta delle resistenze il mercato potrebbe prima cercare i minimi di stanotte. Dovessimo assistere ad allunghi a rialzo, l'idea e' quella di seguire eventuali estensioni verso 1.6340.

AudUsd: il dollaro australiano continua a risultare sotto pressione e tecnicamente un time frame orario sta mostrando indicazioni di potenziali continuazioni di movimenti ribassisti. Attendiamo eventuali storni verso i massimi della notte, per valutare eventuali ingressi short con primi target sui minimi ed eventuali estensioni verso 0.8960, curando la potenziali formazione di una divergenza rialzista a 4 ore.

Per Dax e Oro appuntamento al nostro Morning Meeting, alle ore 9.30.

(Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilita' per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall'uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento e' soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed e' previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l'esattezza e non accetta alcuna responsabilita' per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacita' di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non e' destinato alla distribuzione, o all'utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l'uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione). www.fxcm.it.

red/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni