venerdì 09 dicembre | 12:53
pubblicato il 19/ago/2014 09:04

Cambi: focus sulla sterlina (analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 19 ago 2014 - La settimana passata non e' stata rivelatrice dal punto di vista di movimenti significativi di mercato. Sul fronte valutario il dollaro americano ha vissuto una fase di consolidamento senza pero' riuscire a raggiungere l'importante soglia dei 10.600 punti; ci riferiamo naturalmente alla quotazione del FXCM Dollar Index. Sul fronte azionario i buoni segnali di ripresa che pure avevamo evidenziato si sono sviluppati discretamente, per poi lasciare spazio nel finale delle contrattazioni settimanali a sovra-reazioni legate all'acuirsi delle tensioni Russia-Ucraina, uno solo dei diversi focolai di guerra che attualmente imperversano. Imperterrito invece il rialzo del Bund, oramai su livelli storici. Focus sulla sterlina. in Gran Bretagna tasso di disoccupazione confermato come da attese al +6,4% e variazione dei sussidi di disoccupazione con aspettative pari a -30k e release migliorativa a -33,6k. Accento pero' sull'Indice dei Salari Medi in quanto permetteva di effettuare una proiezione su quello che poco piu' tardi si sarebbe poi detto sull'inflazione. Una non-crescita dei salari medi, unita ad un lieve rallentamento dell'economia della regina, ha condotto non a previsioni al rialzo sull'inflazione che anzi e' scesa con dato negativo a -0,2% rispetto al consensus di -0,1%: il report della Bank of England sull'inflazione ha messo in luce in primo luogo come il MPC (braccio di politica monetaria dell'istituto centrale britannico) veda ''elevata incertezza'' rispetto dunque al percorso di crescita dell'economia. Questi infatti i nodi cruciali: in primis, la crescita dei salari nel 2014 a +1.25% dimostra un gap con il +2.5% della previsione di Maggio; in secondo luogo, la previsione per la disoccupazione e' di un target al 5,4% in 2 anni ed inoltre l'attestazione che il mercato stimi un rialzo dei tassi nel primo trimestre 2015 per un livello target al 2% entro il quarto trimestre del 2016. Il Governatore Mark Carney ha affermato che non c'e' nessuna soglia numerica che debba essere raggiunta nel dato sulla crescita dei salari affinche' venga implementato un aumento dei tassi. Mercoledi' le Minute della BoE e oggi alle ora 10.30 l'inflazione, da seguire attentamente, un dato peggiore delle attese potrebbe pesare sul pound.

Confermato nell'area euro il corridoio dei tassi con il tasso di deposito a -0,10%, quello di rifinanziamento principale a 0,15% e quello di rifinanziamento marginale a 0,40%. Draghi ha rispettato le attese: ''wait and see''. Il numero uno della BCE ha confermato come, nonostante l'ultimo ulteriore calo dell'inflazione al +0,4%, le aspettative rimangano ancorate e come questo calo dell'inflazione sia legata a fattori tecnici e come sia tuttavia limitata ai settori alimentare ed energetico che per definizione sono al di fuori dell'azione di politica monetaria. Dunque nel medio termine resta il 2% il target a cui guardare, nonostante l' ammissione che le aspettative di breve termine debbano invece necessariamente essere ridotte. Confermata inoltre la durata della politica accomodante intrapresa attraverso l'abbassamento dei tassi di interesse e le operazioni dei TLTRO, con focus su ''decoupling'' rispetto alla Fed, nel momento in cui sono state reiterate le differenze dal punto di vista di attualita' ed aspettative tra le situazioni economiche di Eurozona e Stati Uniti. Confermati i timori circa la situazione russo-ucraina, che pero' Draghi ha in un certo qual modo sminuito rivendicando un quadro di interconnessioni economiche e finanziarie tra Eurozona e Russia, e la preoccupazione circa le riforme e il percorso di crescita dei diversi paesi di Eurolandia. Cenni infine a possibili acquisti da parte di Francoforte degli Asset Backed Securities, sui quali Draghi ha confermato che c'e' in seno alla BCE un lavoro di preparazione al programma che quindi potrebbe essere messo in atto se necessario. EurUsd: continua la congestione sulla moneta unica, che si sta mantenendo tra 1.3330 e 1.3415. 1.33 3/4 l'area da rispettare come resistenza sulla quale pensare ad eventuali vendite di euro (punti statici e medie orarie), considerando il fatto che in caso di superamento di area 1.3385 il mercato potrebbe tentare eventuali ripartenze verso 1.3405/15. In caso di tenuta delle resistenze potenziali target a 1.3325, dove eventualmente curare potenziali divergenze rialziste orarie (livelli raggiungibili anche in caso di approfondimenti diretti sotto area 1.3340.

UsdJpy: possibilita' di seguire il mercato affidandosi all'analisi della media a 21 oraria che, insieme all'area rappresentata da 102.50 potrebbe intervenire come supporto a sostegno dei prezzi che, in caso di tenuta di esso, potrebbero tentare il raggiungimento di area 102.75, superata la quale potrebbero tentare estensioni verso 102.90. In caso di avvicinamento ad area 102.40 con stocastico orario lontano dalla zona di ipervenduto e' possibile seguire possibili approfondimenti verso zona 102.30 ed in estensione 102.15.

EurJpy: grafici intraday molto confusi, con il giornaliero impostato ancora a ribasso con la possibilita' di assistere ad una fase di caricamento dei prezzi in attesa della formazione di una potenziale divergenza ribassista da seguire. Possibilita' nell'intraday di seguire con cautela l'avvicinamento eventuale ad area 136.75, sotto la quale il mercato potrebbe tentare accelerazioni nell'ordine dei 30/40 punti anche se il R/R offerto da tale impostazione non risulta dei migliori.

GbpUsd: abbiamo gia' avuto modo di ragionare su time frame giornalieri e su orizzonti temporali molto piu' brevi esiste la possibilita' di seguire una congestione tra 1.6710 e 1.6735 che potrebbe essere lavorata con ordini Oco per accelerazioni pari all'altezza della congestione. In caso di rottura rialzista del range, potrebbe essere possibile seguire la formazione di una divergenza ribassista a 4 ore che, in caso di tenuta di area 1.6765 potrebbe fornire la possibilita' di valutare ingressi short per target a partire da 1.6730 fino a figura. AudUsd: scenario di breve termine lievemente rialzista per il cambio che si sta mantenendo sopra le medie orarie, impostate a rialzo. L'area passante tra 0.9310 e 0.9325 potrebbe (punti statici e medie) rappresentare un supporto da poter sfruttare per posizionamenti long, con l'idea che ritorni sotto area 0.9295 potrebbero aprire la strada a tentativi di ridimensionamento verso 0.92 3/4. 0.9340 e 0.9360 i potenziali target in caso di ripartenza dei prezzi.

Ger30 (Dax): un grafico a 4 ore del Dax restituisce l'area data dalla media a 100 e dai massimi precedenti come resistenza. In caso di raggiungimento di essa e' possibile ipotizzare eventuali posizionamenti short con stop e reverse sopra l'area di 9,365 con potenziali target rappresentati rispettivamente da 9,220 e 9,420.

XauUsd (Oro): oro in impostazione ribassista su un time frame orario, con l'area di 1,300.00 a fungere da resistenza per tentativi di raggiungimento di 1,295.50 ed in estensione i minimi di settimana scorsa, con l'idea che ritorni sopra 1,303.50 potrebbero risultare propedeutici al raggiungimento di zona 1,306.00, dove passano i massimi precedenti e la media a 100 oraria. red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina