lunedì 05 dicembre | 18:10
pubblicato il 19/set/2013 17:55

Cambi: dopo lo scossone Fed si riduce la volatilita' (Analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 19 set - Dopo gli scossoni provocati dalle decisioni della Federal Reserve in materia di Quantitative Easing, i mercati finanziari sembrano essere tornati alle condizioni precedenti l'evento, soprattutto in termini di volatilita' ridotta. Non vi sono state particolari prese di beneficio, segno probabile che il cambiamento drastico di aspettative potra' riverberarsi e influenzare le prossime settimane. Le Borse sono rimaste sostenute, cosi' come le valute contro il dollaro americano ad eccezione dello yen che invece, nel rapporto con greenback ed anche con euro, si e' notevolemente indebolito, complice anche le dichiarazioni provenienti dal fronte Bank of Japan circa l'attuale inutilita' di ulteriore misure di alleggerimento quantitativo. 99,50 il livello chiave per usd/jpy mentre sotto 1,35 potrebbe acuirsi la pressione ribassita per l'eurodollaro.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari