sabato 21 gennaio | 16:26
pubblicato il 19/set/2013 17:55

Cambi: dopo lo scossone Fed si riduce la volatilita' (Analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 19 set - Dopo gli scossoni provocati dalle decisioni della Federal Reserve in materia di Quantitative Easing, i mercati finanziari sembrano essere tornati alle condizioni precedenti l'evento, soprattutto in termini di volatilita' ridotta. Non vi sono state particolari prese di beneficio, segno probabile che il cambiamento drastico di aspettative potra' riverberarsi e influenzare le prossime settimane. Le Borse sono rimaste sostenute, cosi' come le valute contro il dollaro americano ad eccezione dello yen che invece, nel rapporto con greenback ed anche con euro, si e' notevolemente indebolito, complice anche le dichiarazioni provenienti dal fronte Bank of Japan circa l'attuale inutilita' di ulteriore misure di alleggerimento quantitativo. 99,50 il livello chiave per usd/jpy mentre sotto 1,35 potrebbe acuirsi la pressione ribassita per l'eurodollaro.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4