giovedì 08 dicembre | 19:41
pubblicato il 09/ago/2013 09:36

Cambi: Dollar Week (analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 9 ago - Il titolo dato ieri a questo pezzo si e' rivelato abbastanza azzeccato e potremmo chiudere la settimana con ''la settimana della debolezza del dollaro americano''. Cosi' potremmo definire cio' che abbiamo visto dall'aperture asiatica di domenica sera fino ad oggi, con il DJ FXCM Dollar Index sceso da quota 10,850 a 10,650 e non escludiamo che si possano tentare degli approfondimenti ribassisti, prima di assistere a correzioni significative (i minimi segnati ieri pomeriggio saranno importanti al fine della direzionalita' del dollaro. Euro, sterlina e australiano. Queste le valute contro cui il biglietto verde si mantiene su livelli di debolezza di brevissimo periodo, con lo yen che ha tentato dei ribassi che pero' non sono riusciti a portare la quotazione di riferimento piu' in alto di 97.00 yen per ogni dollaro scambiato. Questa mattina stiamo assistendo a partenze a ribasso del dollaro sul finire dello shift asiatico contro il dollaro australiano (dati cinesi sulla produzione industriale di luglio positivi, +9.7% vs consensus di +8.9%) e, valutando come le tre valute citate nel titoletto abbiano consolidato sopra i punti precedenti e le medie a 21 orarie, non escludiamo di poter assistere a tentativi di rialzo anche su euro e sterlina, verso i punti di resistenza principali che andremo a vedere nella sezione tecnica. Continuano le possibilita' di valutare eventuali divergenze tra prezzi ed oscillatore stocastico (l'unico che utilizziamo, soltanto per curare le fasi laterali e cercare appunto delle divergenze), che potrebbero portare a buone correzioni dei prezzi, da valutare congiuntamente ai livelli di supporto o di resistenza che potrebbero intervenire, frenandola (si veda EurUsd a 1 ora e UsOil a 1 ora). I market mover di oggi. Praticamente li possiamo considerare assenti, se non per quanto concerne il dollaro canadese, che vedra' la pubblicazione del tasso di disoccupazione (e che seguiremo insieme nel nostro DailyFX Trade The News alle ore 14.25 - 7.1% vs 7.1% previsione), mentre avremo la bilancia commerciale inglese alle ore 10.30, che potrebbe portare b uona volatilita' sul pound (un deficit commerciale ridotto potrebbe aiutare la sterlina nella sua salita, di contro un deficit piu' grande potrebbe portare a tentativi di correzione, ma potrebbe anche non impattare particolarmente dato il livello assoluto delle importazioni ed esportazioni, la cui differenza e' comunque notevole). QUADRO TECNICO. EurUsd: una volta superato 1.3380 i prezzi si sono portati sulle resistenze passanti a 1.3400, dove una divergenza (livello 4) che seguivamo dalla mattinata ha portato ad una correzione che si e' fermata sopra i punti precedenti statici (livello 1), sopra la media a 21 oraria (livello 3) e sopra la trendline dinamica cha accompagna la risalita di breve dell'euro (livello 2). Tutti punti di supporto che rendono molto forte l'area che passa a 1.3365 e che cureremo come eventuale livello sotto il quale cominciare a valutare posizionamenti long di dollaro, con 1.3350 come potenziale livello valutativo). Questo puo' dunque rappresentare un buon supporto, per il R/R, per pensare ad acquisti di moneta unica che potrebbe essere in grado di tornare verso i massimi, che se visitati senza passare dai supporti, potrebbero portare ad accelerazioni verso 1.3415, livello che deve essere superato di almeno una ventina di punti prima di pensare a rotture definitive. Per i trader piu' di breve, segnaliamo la tipica congestione notturna sull'euro da sfruttare con ordini OCO. UsdJpy: ''Continuiamo a muoverci sotto la media mobile a 21 periodi oraria e all'interno di un canale decrescente che restituisce area 95.70 come potenziale punto di approdo, a meno che non si creino divergenze rialziste. L'area indicata corrisponde anche ad un supporto statico precedente. Per risalire crediamo occorra veder superato 97.10.'' Scrivevamo cosi' ieri mattina e l'unico neo visto e' stato il mancato raggiungimento di 95.70, il mercato si e' fermato una decina di punti prima. Siamo ora in possibile formazione di un testa e spalle rialzista su grafico orario, che se confermato potrebbe portare a buone correzioni nei prossimi giorni. Curiamo attentamente l'area di resistenza dove passano i punti ultimi precedenti e la media a 100 (appena sopra la neckline), se rotta, potrebbero esserci belle evoluzioni a rialzo. Qui si possono anche valutare vendite di dollaro con stop e reverse sopra i punti visti. Dovessimo scendere sotto il 96.25 visto ieri, potremmo assistere al raggiungimento dei minimi. EurJpy: tenuta di 127.90 che no ha portato a posizionamenti short e raggiungimento di 129.50, dove passava la media mobile a 21 sul grafico a 4 ore avvenute. Siamo ora sotto la media a 100 oraria che insieme allo spike visto ieri e agli ultimi punti di minimo possono rappresentare una buona resistenza dove pensare di acquistare yen con stop e reverso sopra l'area che passa di un quarto di figura il livello di 130.00. Sotto 128.65 potrebbe essere possibile un'accelerazione verso i minimi, che se dovesse portarsi oltre il livello considerato ieri come trigger (127.90), potrebbe estendere verso i punti precedenti. GbpUsd: la congestione vista ieri ha portato ad una rottura rialzista pari all'altezza della stessa come target di profitto. Le resistenze statiche rotte ieri stanno funzionando da supporto, insieme alla media mobile a 21 oraria che ha fermato l'inizio di discesa dei prezzi suggeritoci dalla divergenza formatasi su un grafico orario (come sull'euro). Curiamo la possibilita' di acquistare pound sui supporti visti, tenendo conto che un ritorno sotto 1.5475 potrebbe portare a discese verso figura. Un passaggio dai massimi senza visitare i supporti potrebbe portare a salite stimabili in 30/50 punti. AudUsd: movimento crescente dell'australiano che ora si trova sopra la media a 21 oraria, all'interno di un canale rialzista che ci restituisce potenziali obiettivi in area 0.9185, dove passano delle resistenze statiche precedenti che potrebbero intervenire. Un superamento dell'area di 0.9195 potrebbe portare a tentativi di estensioni che potrebbero esaurirsi tra li' e 0.9225. Superato 40 possiamo salire verso 0.92 3/4. Un ritorno sotto 0.9075 diviene necessario per assistere a discese verso 0.9040 e 0.9015. (Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilita' per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall'uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento e' soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed e' previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l'esattezza e non accetta alcuna responsabilita' per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacita' di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non e' destinato alla distribuzione, o all'utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l'uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione). red/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni