venerdì 09 dicembre | 12:55
pubblicato il 06/giu/2014 09:20

Cambi: dalla Bce interventismo allo stato puro (analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 6 giu 2014 - Draghi non avrebbe potuto tirarsi indietro, pena una forte risalita dell'euro. Risalita che e' avvenuta lo stesso dopo i primi tentativi di discesa, sintomo di non piena fiducia nella decisione di implementare un nuovo piano di LTRO. Il piano d'azione. Era il grande ed atteso giorno della Banca Centrale Europea e questa volta Mario Draghi e il Board dell'Istituto Centrale non hanno deluso le aspettative: interventismo allo stato puro. Taglio di tutto il corridoio dei tassi, con il tasso di rifinanziamento principale portato da 0,25 a 0,15, il tasso di rifinanziamento marginale da 0,75 a 0,40 e soprattutto il tasso di deposito da 0 a -0,10, rendendo cosi' di fatto dispendioso oltre che non remunerativo il deposito di liquidita' overnight presso i forzieri di Francoforte. Inoltre, e' stata annunciata la manvora di TLTRO (Targeted Long Term Refinancing Operation) che prevede in una fase iniziale, che le banche potranno prendere in prestito una somma fino al 7% dei prestiti al settore privato (sempre esclusi i mutui) in essere allo scorso 30 aprile. Se la richiesta iniziale dovesse essere piu' bassa, gli istituti potranno approvvigionarsi presso la Bce in due tranche (settembre e dicembre 2014) fino a un prestito totale del 7%, per una size di 400 miliardi di euro ad ogni tranche (tre in tutto dunque). Il tutto per riportare l'inflazione verso il target. La reazione dell'eurodollaro e' stata estremamente volatile, con una discesa iniziale fino a 1.3500 per poi assistere ad una ripartenza verso 1.3650, indicazione del fatto che per ora il mercato ha timore che le misure di rifinanziamento studiate possano non trasmettersi all'economia reale. Un'ulteriore evidenza di come la moneta unica europea stia confermando il suo rado di forza relativa contro il dollaro. Oggi i NFP. Attenzione oggi alla pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro americano, che porteranno con molta probabilita' buona volatilita' sui mercati. In attesa della nuova riunione del FOMC, di fronte a dati in miglioramento, soprattutto sul fronte dei nuovi posti di lavoro creati, crediamo che il dollaro possa tentare di recuperare le perdite messe a segno ieri, con le borse che potrebbero andare addirittura a segnare nuovi massimi grazie al fatto chela liquidita' in circolazione rimane comunque sostenuta. Attenzione al cattivo R/R per pensare ad acquisti dei listini Usa, l'idea di mettersi corti con degli stop sopra i massimi molto stretti ptrebbe comunque pagare in caso di sorprese. QUADRO TECNICO. EurUsd: 1.3475 dimostra di essere un livello molto forte di supporto, lo seguiremo con attenzione durante la settimana prossima. Oggi i livelli appaiono particolarmente sporcati dalla reazione di ieri, come su tutti i cambi ed andremo a concentrarci sul mercato all'interno del Convegno di Trading organizzato da FXCM per la giornata di oggi a Milano. Stiamo comunque attenti all'area di 1.3690 dove potenzialmente pensare a vendite di euro per ritorni verso figura con l'idea che ritorni sopra 1.3720 potrebbero accompagnare le quotazioni verso 1.3740 che, soltanto se superato, potrebbe lasciare spazio verso 1.37 3/4. UsdJpy: figura di potenziale correzione prima di un'eventuale ripartenza verso 102.45 ed in estensione 60, sui supporti passanti per area 102.10. Approfondimenti sotto la figura (considerando almeno una decina di pips di tolleranza) potrebbero portare a tentativi di estensione verso 101.70. R/R non ottimale. EurJpy: cross che sembra la fotocopia del papa' EurUsd e che si e' appoggiato bene sotto le resistenza a 4 ore. Possibile seguire una divergenza ribassista a 4 ore in caso di srappo dei prezzi in area 140.30, senza pensare di tradare un eventuale breakout rialzista. GbpUsd: mercato che vede nell'area passante tra 1.6780 e 1.68 figura una potenziale zona di supporto dove pensare di acquistare sterline, con l'idea che ritorni sotto 65 (attenzione alla decina di pips successivi) possano far incanalare i prezzi verso 1.6730. AudUsd: situazione tecnica simile al cable dove potrebbero formarsi figura di continuazione rialzista. Tra 0.9315 e figura passano i supporti principali, seguiremo la possibilita' di acquistare il dollaro australiano con l'idea che sotto area 0.9285 il mercato possa incontrare flussi di vendita verso 0.9250 e considerando il fatto che in caso di superamento dei massimi di stanotte ieri sera potrebbe aprirsi la strada verso 0.9380. In via eccezionale, a causa del Convegno di oggi, non terremo il nostro Morning Meeting delle ore 9.30 e non riusciremo a collegarci in diretta per seguire i NFP. Vi aspettiamo numerosi a Milano. (Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilita' per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall'uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento e' soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed e' previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l'esattezza e non accetta alcuna responsabilita' per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacita' di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non e' destinato alla distribuzione, o all'utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l'uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione). . red/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina