sabato 03 dicembre | 01:36
pubblicato il 29/mag/2013 08:56

Cambi: buoni dati sulla fiducia USA (analisi Fxcm)

(ASCA-FXCM) - Roma, 29 mag - Attendevamo con ansia la pubblicazione dei dati relativi alla fiducia dei consumatori americani, dopo aver visto il mercato provare ad acquistare dollari durante la scorsa sessione asiatica, e la release non ha deluso le aspettative, quantomeno per i primi movimenti partiti. I rumor che circolavano vedevano infatti la possibilita' di veder rilasciato un dato superiore alle aspettative che si posizionavano a 71, e cosi' e' stato. Un bel 76.2 con il precedente rivisto a 69 da 68.1 che ha portato ad acquisti concertati di dollaro americano e ad un'iniziale salita delle borse. Le particolarita', parlando di reazioni ai primi movimenti, non sono mancate e abbiamo visto le borse andare a correggere in maniera importante dopo i tentativi di salita, che erano cominciati nella notte in Asia, proseguiti sulle borse europee e seguiti anche dalle americane dopo la pubblicazione del dato. Il UsdJpy ha provato delle salite, senza tuttavia riuscire a rompere i massimi precedenti e le vendite di yen non si sono andate ad intensificare proprio a causa del fatto che le borse non hanno rotto definitivamente a rialzo. Buona fiducia dunque, non in grado, da sola, di far partire movimenti strutturali di rialzo sul rischio e sul dollaro, saranno necessari ancora dei dati che vanno a confermare la ripresa a stelle e strisce prima di assistere a movimenti del genere. Sul fronte materie prime l'oro, dopo alta volatilita' che ha reso veramente difficile l'operativita', si trova ancora sui livelli predato in fase laterale, mentre il petrolio ha corretto di oltre una figura passando da quota 96.00 a 94.75, in un movimento che all'interno di un quadro di negazione come quello propostoci ieri si rivela coerente, in quanto nessuna attivita' legata la rischio e' riuscita a prendere il volo. Oggi avremo la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici relativi all'area euro, con la disoccupazione tedesca 5 minuti prima delle 10 e l'inflazione, sempre tedesca, alle ore 14.00, il che potrebbe portare buona volatilita' sulla moneta unica europea. Per chi lavora sul dollaro canadese, attenzione alla decisione sui tassi di interesse, che anche di fronte ad un nulla di fatto potrebbe far muovere i prezzi, mentre da domani ci muoveremo su versanti piu' interessanti per l'America, con i dati sul Pil. EurUsd. Bella discesa della moneta unica europea, che dopo aver superato a ribasso 1.2875 e' riuscito ad estendere fino a quasi i livelli di minimo precedenti. Ci troviamo ora sotto la media a 21, che potrebbe funzionare da resistenza dinamica, in grado di far considerare vendite di euro tenendo conto che se si dovesse superare il livello di 1.2885 (punti precedenti) il mercato potrebbe girare a rialzo, con obiettivi in area 1.2925. In caso di superamento di 1.2835 invece, crediamo che i prezzi possano tentare di degli approfondimenti verso 1.2820, che se superato di una decina di punti potrebbe portare al raggiungimento di 1.2790. UsdJpy. La rottura a rialzo di 102.15 studiata ieri su UsdJpy ha portato quasi al raggiungimento di 102.60, senza tuttavia produrre aumenti interessanti di volatilita'. Ci abbiamo messo diverse ore per vedere partire il movimento e sui massimi relativi precedenti, il mercato si e' fermato. Siamo comunque sopra la media a 21 oraria, che ha incrociato a rialzo la 100 e tutta l'area che si muove tra 102.015 e 101.85 potrebbe essere considerata come di supporto per i prezzi. Una discesa sotto 101.65 si rende necessaria prima di poter pensare a posizionamenti short in grado potenzialmente di raggiungere l'area di 101.20. EurJpy. Abbastanza confuso il quadro tecnico su EurJpy, dove consigliamo di lavorare soltanto in caso di movimenti unidirezionali su EurUsd e UsdJpy. I livelli non risultano particolarmente precisi, per cui una situazione di attesa su 132.00 o 131.00 potrebbe essere la strategia migliore. In caso di rotture, possibili accelerazione nell'ordine dei 50 punti. GbpUsd. Molto buono il quadro tecnico visto ieri sul cable, che dopo aver provato a scendere e non aver rotto 1.5135 sui tentativi di ripresa, e' riuscito a raggiungere e superare le due aree di target poste a 1.5065 e 1.5040. Siamo ora sotto la media a 21 in un'area di doppio minimo che potrebbe suggerire delle ripartenze soltanto in caso di superamento dell'area di 1.5065. In caso di tenuta del livello, e' possibile pensare a tentativi di nuovi minimi con aree di supporto intorno a 1.4970. AudUsd. Molto bello anche il movimento del dollaro australiano, che e' riuscito a superare l'area critica di 0.9585, approfondendo verso nuovi minimi relativi. L'indicatore Speculative Sentiment Index e' stato in grado ancora una volta di fornire dei suggerimenti importanti (dato il forte sbilancio di trader retail a favore del dollaro australiano). Nessun punto tecnico ci separa ora da 0.9400, curiamo quindi tutti i tentativi di ripresa per pensare a vendite sulle resistenze. (Eventuali pareri, notizie, ricerche, analisi, prezzi, o altre informazioni contenute in questo documento sono fornite come commento generale del mercato e non costituiscono un consiglio personale. FXCM Italia non accetta responsabilita' per qualsiasi perdita o danno, compresi, senza limitazione, qualsiasi perdita di profitto, che potrebbe derivare, direttamente o indirettamente dall'uso o affidamento su tali informazioni. Il contenuto di questo documento e' soggetto a modifica in qualsiasi momento e senza preavviso ed e' previsto per il solo scopo di aiutare i trader a prendere decisioni di investimento indipendenti. FXCM Italia ha adottato misure ragionevoli per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel documento, tuttavia, non garantisce l'esattezza e non accetta alcuna responsabilita' per eventuali perdite o danni derivanti, direttamente o indirettamente dal contenuto o la vostra incapacita' di accedere al sito web, per qualsiasi ritardo o fallimento della trasmissione o la ricezione di eventuali istruzioni o avvisi inviati attraverso questo sito web. Questo documento non e' destinato alla distribuzione, o all'utilizzo, da parte di qualsiasi persona in qualsiasi paese in cui tale distribuzione o l'uso sarebbe contrario alla legge o alla regolamentazione). . red/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari