martedì 06 dicembre | 11:09
pubblicato il 16/ago/2012 10:50

Caldo/ Coldiretti: Estate record, mai così bollente

Boom d'incendi, da inizio 2012 +79%

Caldo/ Coldiretti: Estate record, mai così bollente

Roma, 16 ago. (askanews) - La temperatura media globale sulla terra dell'emisfero nord nel mese di luglio è stata la più elevata mai registrata con un valore di ben 1,19 gradi celsius superiore alla media provocando una forte riduzione dell'estensione dei ghiacciai del mare artico che è la seconda piu' bassa di sempre. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti su dati del National Oceanic and Atmospheric Administration che conferma i cambiamenti climatici in atto dopo che anche il mese di giugno aveva fatto segnare il record con una temperatura media globale sulla terra dell'emisfero nord di ben 2,34 gradi celsius superiore alla media. L'arrivo dell'anticiclone "colosso dei deserti" che porterà aria caldissima oltre che in Italia in Spagna, Francia, Germania, Paesi Bassi ed anche Lapponia rischia di amplificare una anomalia climatica che - sottolinea la Coldiretti - è solo leggermente meno evidente se si considera la media combinata delle temperature della terraferma con quella degli oceani sull'intero globo che si è classificata "solo" al quarto posto tra le piu' alte di sempre sia a giugno che a luglio. La tendenza al surriscaldamento - continua la Coldiretti - si è verificata anche in Italia dove il mese di luglio si è classificato al sesto posto tra i piu' caldi da 210 anni facendo registrare un'anomalia di 1,,94 gradi in piu' rispetto alla media, secondo Isac Cnr, dopo che giugno era stato il terzo piu' caldo da oltre due secoli. In Italia il caldo e la siccità - sottolinea la Coldiretti - hanno fatto quasi raddoppiare il numero di incendi con 5375 roghi (+79 per cento) rilevati dalla Forestale dall'inizio dell'anno a metà agosto ma anche tagliato i raccolti con perdite stimate pari al miliardo di euro per i tagli della produzioni che a livello nazionale vanno dal -20 per cento per il pomodoro al 30 per cento per il mais fino al 40 per cento per la soia, ma forti riduzioni sono previste per la barbabietola da zucchero con quasi il dimezzamento della produzione nelle regioni del Nord e per il girasole (-20 per cento) mentre la vendemmia si preannuncia una delle piu' contenute dell'ultimo secolo anche se di buona qualità. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari