martedì 24 gennaio | 02:52
pubblicato il 15/set/2014 12:58

Calati del 21% scambi commerciali Lombardia-Russia primi sei mesi

Ma tiene la moda (ASCA) - Roma, 15 set 2014 - Diminuiscono del 21% gli scambi commerciali tra Lombardia e Russia dei primi sei mesi del 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013 (pari a -620 milioni circa di euro). L'import segna un -33,8% e l'export un -7,6%. In flessione anche il totale italiano: -13,3% l'import e -8,9% l'export. Un interscambio importante quello lombardo con la Russia, che supera i 2 miliardi di euro tra gennaio e giugno e rappresenta un sesto circa del totale nazionale. E se Milano, Bergamo e Mantova, tra le prime lombarde per esportazioni, continuano a crescere, rispettivamente del +3,6%, +4,9% e +8,8%, Pavia segna nell'import un -37,3%. Un dato legato soprattutto alla forte diminuzione dei prodotti di estrazione e combustibili (-36,7% lombardo, -17,7% italiano). In flessione anche l'export manifatturiero (-7,7% lombardo, -8,8% italiano): mezzi di trasporto (-98 milioni di euro circa) e macchinari (-16 milioni di euro) i settori piu' colpiti. Stabile l'export lombardo di moda (-0,1%): bene l'abbigliamento (da 110 milioni di export dei primi sei mesi del 2013 a 112 nello stesso periodo del 2014, +2,3%) e maglieria (+5,5%), in forte crescita la biancheria da casa (+23%). Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano e della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Istat al II trimestre 2014 e 2013.

Negli scambi Italia-Russia -1,8 miliardi di euro. Nei primi sei mesi del 2014 la diminuzione e' dell'11,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. E se tra le prime province per export tengono Milano (+3,6%), Bologna (+3,5%) e Treviso (+1,9%), diminuiscono Vicenza (-2,5%), Verona (-6,7%), Reggio Emilia (-8,2%) e Brescia (-6%). Per un export manifatturiero italiano che arretra soprattutto nei mezzi di trasporto (-227 milioni di euro) e nel tessile (-129 milioni di euro) mentre cresce nei prodotti farmaceutici (+32 milioni di euro). Tra le prime province per import, aumenta Siracusa (+15,3%) e calano Messina (-36,1%), Pavia (-37,3%) e Cagliari (-44,8%).

In un anno 300 imprese lombarde in Russia con la Camera di commercio. Promos, l'azienda speciale per le attivita' internazionali della Camera di commercio di Milano porta le imprese lombarde sui mercati internazionali. Tra questi il mercato russo, prima della crisi, aveva fatto segnare un incremento di interesse da parte degli imprenditori lombardi e nuove opportunita' di business: solo nel 2013 sono oltre 300 le imprese portate da Promos- Camera di commercio in Russia. Hanno partecipato a oltre 30 iniziative tra missioni imprenditoriali e fiere sul territorio russo. Nel 2014, oltre 200 le imprese coinvolte ad oggi. Circa venti gli appuntamenti organizzati fino ad ora ed entro fine anno 10 le iniziative in programma.

red-cip

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4