sabato 25 febbraio | 03:08
pubblicato il 10/ago/2011 18:51

Cala l'occupazione dei giovani, al Nord va peggio che al Sud

Indagine Datagiovani: nel 2010 persi 427mila posti di lavoro

Cala l'occupazione dei giovani, al Nord va peggio che al Sud

Il mercato del lavoro in Italia resta bloccato e nel 2010 427mila giovani hanno perso il loro posto di lavoro, in pratica uno su cinque. La notizia, purtroppo, non sorprende in questi tempi di grave crisi, ma un elemento inedito c'è: infatti le regioni del Sud Italia hanno reagito meglio alle dinamiche di involuzione rispetto a quelle del Centro-Nord, creando più posti di lavoro rispetto alla media nazionale e con una minore probabilità di perderli nel corso di un anno. Ma lo scenario complessivo è depresso e, mentre a Settentrione qualcosa sembra lentamente rimettersi in moto, nel Sud tutto rimane fermo, con punte di difficoltà in Sicilia e Puglia, che nel 2009 avevano fatto molto meglio. E l'Italia, ancora un volta ci fa pensare che il nostro non sia un paese per giovani.

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech