mercoledì 07 dicembre | 12:41
pubblicato il 10/gen/2015 12:53

Caf, Isee non ancora pronto, a rischio asili e rette università

Unimpresa rappresenta 900 Caf in tutta Italia, manca convenzione

Roma, 10 gen. (askanews) - Iscrizione agli asili nido comunali, agevolazioni per gli affitti, sconti sulle bollette delle utenze domestiche, rateizzazione delle cartelle esattoriali e definizione delle rette universitarie. Sono alcuni dei servizi a rischio poiché il nuovo modello dell'Indicatore della situazione economica equivalente non è ancora pronto. A rallentare la corsa del nuovo "riccometro", denuncia Unimpresa, è la convenzione, non ancora stipulata, fra i Centri di assistenza fiscale e l'Inps.

Unimpresa, cui aderiscono 900 Caf sparsi su tutto il territorio nazionale, ricorda che il nuovo Isee sarebbe dovuto partire già dall'1 gennaio. Tuttavia, i Caf non possono emettere i nuovi modelli poiché va aggiornato l'accordo con l'Inps necessario a definire la remunerazione di questo servizio erogato ai cittadini.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Klm prepara nuova destinazione a Cartagena in Colombia
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni