venerdì 24 febbraio | 05:05
pubblicato il 05/mar/2013 18:08

Bridgestone: Mise, convocato Board societa' su chiusura impianto di Bari

(ASCA) - Roma, 5 mar - Si e' riunito un primo vertice delle istituzioni interessate al caso della multinazionale Bridgestone che ha annunciato di voler chiudere, entro il primo semestre 2014, lo stabilimento di Bari che occupa 950 addetti. Lo annuncia il Ministero dello Sviluppo Econmico.

All'incontro, che ha avuto luogo nella sede del Dicastero del Welfare, hanno partecipato il Viceministro al Lavoro Michel Martone, il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e il Sindaco di Bari Michele Emiliano.

''Nella riunione - spiega il Mise - e' stato deciso di convocare entro la prossima settimana un incontro con il board di Bridgestone Europa e le parti istituzionali. Sono inoltre gia' stati attivati i contatti tra governo italiano e la casa madre giapponese. Immediatamente dopo verra' convocato il tavolo Bridgestone presso il Mise, alla presenza delle parti sociali e delle istituzioni''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech