giovedì 23 febbraio | 08:40
pubblicato il 06/mar/2013 18:37

Bridgestone: Cisl, chiusura stabilimento Bari e' devastante per sud

(ASCA) - Roma, 6 mar - ''La decisione di Bridgestone di chiusura dello stabilimento di Bari e' devastante dal punto di vista sociale, in una regione meridionale gia' pesantemente colpita dalla crisi industriale e va contrastata con tutti i mezzi a disposizione''. Lo dichiara, in una nota, il Segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra, commentando la decisione di Bridgestone Europe, comunicata il 4 marzo scorso, di avviare le procedure per la chiusura dello stabilimento di pneumatici per autovetture di Modugno (Bari), entro la prima meta' del 2014. ''E' necessario ed urgente - continua Sbarra - che il Ministero dello Sviluppo apra un tavolo di confronto con tutte le parti interessate alla vertenza con l'obiettivo di trovare soluzioni in grado di garantire le piena continuita' produttiva ed occupazionale del sito industriale. La fabbrica di Bari, con 950 occupati, e' uno degli 8 impianti di pneumatici del gruppo giapponese in Europa, che produce anche in Spagna, Francia, Polonia e Ungheria''. Per Sbarra ''lo stabilimento, inoltre, centrale per l'economia del territorio barese, e' entrato nel mirino della ristrutturazione del gruppo e delle conseguenti delocalizzazioni in paesi europei con costi minori, perche' giudicato come troppo focalizzato su una produzione basata su pneumatici di uso generico e penalizzato dal punto di vista dei costi, a causa di fattori sfavorevoli come la logistica ed i costi energetici. Si sarebbe dovuto e potuto intervenire prima, per abbattere i fattori di svantaggio, se appena fosse stato presente un impianto di politica industriale attento alle aziende multinazionali ed ai territori piu' esposti, la cui mancanza oggi paghiamo con conseguenze terribili''.

''Mentre confermiamo il massimo impegno della CISL a sostegno del confronto sul sito di Modugno e dei lavoratori - conclude Sbarra - il nostro appello va alle forze politiche, affinche' trovino al piu' presto una soluzione in grado di assicurare piena governabilita'.I problemi che scaturiscono dalla crisi di settori industriali non aspettano i tempi politici di confronti tattici e rinvii, al contrario, nell'incertezza, esplodono con piu' rapidita' e violenza''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech