giovedì 23 febbraio | 17:21
pubblicato il 29/giu/2016 13:44

Brexit, sterlina ritenta recupero e torna 1,34 usd, Londra +2%

Parziale recupero dopo un primo tentativo gi ieri

Brexit, sterlina ritenta recupero e torna 1,34 usd, Londra +2%

Roma, 29 giu. (askanews) - La sterlina ci riprova, e torna a segnare parziali recuperi all'indomani di una seduta altalenante, in cui la valuta britannica aveva già registrato una parziale risalita dopo la caduta a precipizio delle due giornate di contrattazioni successive al voto per la Brexit. Il British pound si apprezza a 1,3426 dollari, dopo che nelle ore passate un primo tentativo di recupero si era interrotto con un nuovo tuffo sotto quota 1,33.

Prima che diventasse evidente la vittoria dei voto per lasciare l'unione europea, e quando anzi le proiezioni facevano pensare un esito opposto, la sterlina era arrivata a superare 1,0 sul dollaro. Poi è caduta ai minimi da oltre 30 anni.

Nel frattempo la Borsa di Londra mantiene lo slancio, e segna ulteriori risalite. Nel primo pomeriggio l'indice Ftse 100 si attesta al più 2,01 per cento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech