lunedì 27 febbraio | 21:51
pubblicato il 26/ott/2015 07:41

Borse asiatiche verso chiusura in rialzo, Shanghai +0,45%

Tokyo in progresso a pochi minuti dalla chiusura

Borse asiatiche verso chiusura in rialzo, Shanghai +0,45%

Roma, 26 ott. (askanews) - Si profila un'altra giornata positiva sulle borse asiatiche, sulla scia delle buone performance di Europa e Wall Street. A Tokyo l'indice Nikkei a pochi minuti dalla chiusura guadagna lo 0,65%. Ben intonata anche Shanghai con l'indice principale che sale di quasi mezzo punto dopo che venerdì la Banca centrale a sorpresa ha tagliato ancora i tassi di interesse ed ha abbassato la riserva obbligatoria delle banche cinesi.

Sostanzialmente piatta l'Australia al termine delle contrattazioni mentre Jakarta, quando mancano circa ore alla chiusura segna un progresso dello 0,75%. A Seoul indici positivo con un guadagno dello 0,38% mentre lieve calo per Kuala Lampur con un -0,12%. Toniche Taiwan e Bangkok con progressi rispettivamente dello 0,75% e dello 0,83% mentre a Hong Kong l'indice Hang Seng arretra dello 0,37%.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech