lunedì 27 febbraio | 01:23
pubblicato il 05/mar/2013 12:00

Borsa/ Rally Wall Street mette le ali ai listini, Milano +2,72%

Record Dow Jones, bruciato massimo toccato nel 2007, spread cala

Borsa/ Rally Wall Street mette le ali ai listini, Milano +2,72%

Roma, 5 mar. (askanews) - Wall Street e la Cina mettono le ali alle Borse, che oggi superano di slancio le debolezze delle ultime sedute in una fase di rinnovata volatilità, in cui gli umori degli operatori sembrano mutare rapidamente a seconda degli sviluppi del momento. Nel pomeriggio a Milano il Ftse-Mib segna un frizzante più 2,72 per cento. I recenti nervosismi che si erano creati sul mercato immobiliare della Cina sono stati schiacciati dagli immediati appettiti sulle opportunità di acquisto, dopo che le autorità cinesi, nell'intervento del premier uscente Wen Jiabao, hanno rinnovato in parte gli impegni a sostenere la crescita, anche se affermando di voler rimodulare le politiche a favore dei redditi. Shanghai è schizzata al rialzo del 2,33 per cento, trasciandosi dietro tutta l'Asia e poi l'Europa. A metterci il turbo alcune ore più tardi ci ha pensato il mercato azionario Usa, che a sua volta ha registrato recupero ma soprattutto, sulla spinta di dati decisamente migliori del previsto sull'attività delle imprese, ha visto lo storico indice Dow Jones mettere a segno un nuovo record, a 14.285,52 punti, che brucia il precedente massimo toccato nel 9 ottobre del 2007 con un rialzo di oltre l'1 per cento. Intanto un fattore di rischio dell'area euro sembra mitigarsi, Cipro, dopo che ieri si è profilata la volontà dei ministri delle Finanze di procedere alla definizione di un piano di aiuti. Resta il quadro di incertezza sulla situazione politica in Italia, ma oggi non è riuscito a fermare gli acquisti. Nel pomeriggio Parigi guadagna un 2,17 per cento, Francoforte più 2,32 per cento, Londra più 1,38 per cento. Più sottotono l'euro a 1,3023 dollari. Intanto si è in parte calmato anche il quadro dei titoli di Stato. I rendimenti dei Btp a 10 anni si moderano al 4,74 per cento, e il loro scarto o spread rispetto ai tassi dei Bund decennali della Germania si stringe a 327 punti base, dai 344 di ieri in chiusura.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech