domenica 04 dicembre | 13:45
pubblicato il 03/set/2014 14:14

Borsa: la tregua in Ucraina spinge il listino, Ftse Mib +1,65%

(ASCA) - Roma, 3 set 2014 - La tregua in Ucraina e le attese sulla riunione del board della Bce domani alimentano gli acquisti sui mercati azionari. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib mette a segno un balzo dell'1,65% mentre il Ftse all share avanza dell'1,59%. A contribuire al clima positivo sui mercati anche le indicazioni arrivate dall'Asia con il balzo dell'indice PMI servizi in Cina ai massimi da 17 mesi. Sull'azionario milanese bancari, industriali ed energetici sugli scudi. Tra gli istituti di credito le migliori performance sono dei due big Unicredit e Intesa Sanpaolo che mostrano rialzi vicini al 3%. Tra gli industriali in evidenza Fiat e Pirelli con progressi del 2,50% per effetto dei possibili sviluppi positivi della situazione tra Ucraina e Russia. Bene anche gli energetici e in particolare Enel che registra un rialzo del 2,80% sulle parole del premier Matteo renzi che nell'intervista al Sole24Ore ha detto di non essere convinto di partire da Eni e Enel nel piano di privatizzazioni. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari