sabato 21 gennaio | 05:42
pubblicato il 24/apr/2012 16:27

Borsa/ Europa risale, altalena Milano a +1,38% spread cala a 396

Dati negativi dagli Usa ma Wall Street si orienta a recupero

Borsa/ Europa risale, altalena Milano a +1,38% spread cala a 396

Roma, 24 apr. (askanews) - Riprende slancio a tarda seduta la Borsa di Milano, in un quadro di perdurante volatilità che vede le maggiori piazze europee tentare parziali rimbalzi dopo le forti cadute di ieri. Intanto sembrano finalmente orientarsi alla moderazione tensioni e rendimenti dei titoli di Stato dei paesi periferici dell'area euro, dopo che oggi Italia e Spagna sono entrambe riuscite ad effettuare nuove aste di bond, con livelli di domanda superiori all'offerta ma al prezzo di netti aumenti dei rendimenti dei titoli in assegnazione. A Milano nel pomeriggio il Ftse-Mib si attesta al più 1,39 per cento, mentre in precedenza era arrivato a segnare nuovamente ribassi e dopo aver sfiorato un più 2 per cento in mattinata. Un rimbalzo comunque parziale rispetto al tonfo del 3,80 per cento subito ieri. Madrid si attesta al più 1,53 per cento, Parigi segna un più 1,24 per cento, Francoforte più 0,52 per cento, Londra più 0,33 per cento. Intanto i rendimenti sui Btp a 10 anni già in circolazione si attenuano al 5,67 per cento, dopo un picco mattutino al 5,78 per cento, mentre il loro differenziale o "spread" rispetto ai tassi retributivi dei Bund della Germania, usati come riferimento per le emissioni dell'area euro cala a 3,96 punti percentuali, secondo Bloomberg, o 396 punti base. Lo spread Btp-Bund torna così al di sotto della soglia allarmistica dei 400 punti, mentre lo spread Spagna-Germania cala a 414 punti base. L'euro inj risalita si riposta sopra 1,32 dollari. Intanto Wall Street si orienta verso moderati recuperi dopo una partenza debole. Dal fronte macroeconomico sono giunti dati deludenti sul settore immobiliare, con pesanti cali delle compravendite, mentre il clima di fiducia dei consumatori si è indebolito in linea con le previsioni. Paradossalmente tuttavia questi sviluppi potrebbero sostenere i mercati, nella prospettiva che aumentino le possibilità di nuove misure espansive da parte della Federal Reserve. Domani il Fomc, il direttorio della Banca centrale Usa comunicherà le sue decisioni da cui non sono attese variazioni rispetto alla linea attuale. Più attesa sarà la conferenza stampa del presidente Ben Bernanke. Invece in mattinata in Europa il suo omologo dell'area euro, Mario Draghi, presidente della Bce, sarà al Parlamento europeo per una audizione. A tarda mattina l'indice Dow Jones si attesta a più 0,78 per cento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4