domenica 22 gennaio | 19:10
pubblicato il 14/feb/2014 13:49

Borsa elettrica: Gme, prezzo medio gennaio in flessione

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - Il prezzo medio di acquisto, alla borsa elettrica, dopo il rialzo di dicembre, torna a gennaio a segnare una netta flessione, sia congiunturale (-10,01 euro/MWh; -14,5%) che tendenziale (-5,22 euro/MWh; -8,1%), portandosi a 59,27 euro/MWh, minimo storico per il mese di gennaio. L'analisi per gruppi di ore rivela un ribasso su base annua di 6,60 euro/MWh (-8,7%) nelle ore di picco e di 4,07 euro/MWh (-7,0%) nelle ore fuori picco, con prezzi attestatisi rispettivamente a 69,47 e 54,05 euro/MWh, ed il rapporto picco/baseload stabile a quota 1,17. Lo rende noto il Gme nella newsletter di febbraio.

I prezzi medi di vendita, in calo in tutte le zone, sia rispetto al mese precedente che su base annua, evidenziano una sostanziale convergenza, ad eccezione della Sicilia. Il prezzo di vendita di quest'ultima, pari a 77,30 euro/MWh, ai minimi da aprile 2013, resta piu' alto rispetto a quello delle altre zone, oscillato tra 58,49 euro/MWh della Sardegna e 56,18 euro/MWh del Sud.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4