domenica 04 dicembre | 18:00
pubblicato il 14/feb/2014 13:49

Borsa elettrica: Gme, prezzo medio gennaio in flessione

(ASCA) - Roma, 14 feb 2014 - Il prezzo medio di acquisto, alla borsa elettrica, dopo il rialzo di dicembre, torna a gennaio a segnare una netta flessione, sia congiunturale (-10,01 euro/MWh; -14,5%) che tendenziale (-5,22 euro/MWh; -8,1%), portandosi a 59,27 euro/MWh, minimo storico per il mese di gennaio. L'analisi per gruppi di ore rivela un ribasso su base annua di 6,60 euro/MWh (-8,7%) nelle ore di picco e di 4,07 euro/MWh (-7,0%) nelle ore fuori picco, con prezzi attestatisi rispettivamente a 69,47 e 54,05 euro/MWh, ed il rapporto picco/baseload stabile a quota 1,17. Lo rende noto il Gme nella newsletter di febbraio.

I prezzi medi di vendita, in calo in tutte le zone, sia rispetto al mese precedente che su base annua, evidenziano una sostanziale convergenza, ad eccezione della Sicilia. Il prezzo di vendita di quest'ultima, pari a 77,30 euro/MWh, ai minimi da aprile 2013, resta piu' alto rispetto a quello delle altre zone, oscillato tra 58,49 euro/MWh della Sardegna e 56,18 euro/MWh del Sud.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari