sabato 25 febbraio | 14:53
pubblicato il 15/lug/2013 15:41

Borsa elettrica: Gme, a giugno prezzo medio -27,8% a 56,24 euro MWh

(ASCA) - Roma, 15 lug - A giugno ''persiste la fase di stagnazione degli scambi'' sulla borsa elettrica su livelli ''in assoluto piu' bassi degli ultimi anni'' con il prezzo medio in lieve aumento su maggio (+2,4%) ma in forte calo rispetto allo stesso mese di un anno fa (-27,8% a 56,24 euro/MWh). E' quanto emerge dai dati mensili diffusi dal Gestore dei Mercati Energetici.

Le vendite nazionali, nel loro complesso, hanno segnato una consistente riduzione (-7,8%), ma non quelle da impianti a fonte rinnovabile, in crescita del 20,1%. La liquidita' del mercato, pari a 77,9%, si conferma sui livelli piu' alti di sempre. Il prezzo di acquisto dell'energia elettrica nella borsa italiana e' alla decima flessione tendenziale consecutiva.

L'analisi per gruppi di ore rivela un calo su base annua di 23,33 Euro/MWh (-26,9%) nelle ore di picco, con un prezzo pari a 63,25 Euro/MWh (che aggiorna il minimo storico per il secondo mese consecutivo), e di 20,46 Euro/MWh (-28,0%) nelle ore fuori picco, con un prezzo pari a 52,73 Euro/MWh. Alle ore 14 e 15 di domenica 16 giugno, per la prima volta dall'avvio della borsa elettrica, e' stato registrato un prezzo di acquisto orario pari a 0,00 Euro/MWh.

I prezzi medi di vendita hanno registrato in tutte le zone, con la sola eccezione della Sicilia, un deciso arretramento rispetto a giugno 2012. In evidenza la Sardegna il cui prezzo, con un calo del 45,6% e' sceso a 55,21 Euro/MWh, ai minimi da maggio 2007. Il Nord, dopo otto mesi, e' tornato a segnare il prezzo piu' basso a quota 52,85 Euro/MWh. Nelle altre zone continentali il prezzo si e' attestato attorno ai 55 Euro/MWh. La Sicilia, con 90,68 Euro/MWh, si conferma la zona dal prezzo piu' alto.

I volumi di energia elettrica scambiati nel Sistema Italia segnano ancora una flessione su base annua (-6,9%), portandosi a 23,4 milioni di MWh. In crescita, anche a giugno, l'energia scambiata nella borsa elettrica, pari a 18,2 milioni di MWh (+19,8%), trainata dagli sbilanciamenti a programma dei venditori bilateralisti, che si confermano su livelli molto alti. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Volkswagen
Volkswagen, torna in utile nel 2016 per 5,1 mld dopo dieselgate
Generali
Intesa Sanpaolo: non individuate opportunità su Generali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech