lunedì 05 dicembre | 10:01
pubblicato il 03/mag/2016 13:32

Borsa, Commerz e Ubs deludono sui conti e affossano le banche

Bnp Paribas in controtendenza dopo la trimestrale positiva

Borsa, Commerz e Ubs deludono sui conti e affossano le banche

Roma, 3 mag. (askanews) - Borse europee in profondo rosso con l'indice Eurostoxx 50 che lascia sul terreno quasi il 2% al giro di boa delle contrattazioni. A trascinare i listini del vecchio continente il comparto dei bancari. Conti trimestrali deludenti per Commerzbank e Ubs che accusando tonfi intorno al 9%. In controtendenza Bnp Paribas che sulla scia della positiva trimestrale guadagna l'1% alla Borsa di Parigi dopo aver fatto segnare in apertura un balzo del 3,50%.

L'effetto di Ubs e Commerz si riflette sull'intero comparto. A Francoforte Deutsche Bank lascia sul terreno il 4,50%, sul Dax fa peggio Lufthansa con uno scivolone del 6,30% sulla perdita nel primo trimestre.

A Parigi Societe Generale cede il 3% e Credit Agricole il 2,50%, pesanti ribassi a Milano con Mps maglia nera grazie a un calo del 6,45%, Banco Popolare -5,50% e UniCredit cede il 4%. Anche a Madrid banche in profondo rosso con Caixabank in calo del 4%, Banco Popular arretra del 3,20% e ribassi intorno al 3% anche per i colossi Santander e Bbva.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari