mercoledì 18 gennaio | 11:11
pubblicato il 15/feb/2016 17:59

Borsa, banche e auto trainano il forte rialzo in Europa

Seconda giornata consecutiva con indici in recupero

Borsa, banche e auto trainano il forte rialzo in Europa

Roma, 15 feb. (askanews) - Il trend ribassista che ha colpito i mercati azionari si prende una pausa. Le borse europee chiudono in deciso rialzo la seconda seduta consecutiva grazie al traino delle banche e soprattutto del settore auto con notevoli rialzi in tutto il vecchio continente.

L'indice Eurostoxx al termine degli scambi mostra un rialzo di tre punti percentuali. Milano ancora una volta tra le migliori con il Ftse Mib che mette a segno un balzo del 3,19% dopo aver fatto segnare un +4,25% a metà seduta. Nell'ultima parte di contrattazioni le parole del presidente della Bce, Mario Draghi, hanno offerto un supporto ai mercati. L'Eurotower, ha ribadito Draghi, è pronta a varare nuovi interventi a marzo se le turbolenze dei mercati finanziari dovessero mettere a rischio i target della Bce.

Ma il numetro uno della banca centrale europea ha rassicurato anche sul fronte bancario sottolineando che il mondo del credito oggi in Europa mostra una maggiore capacità di resistenza agli shock esterni rispetto al recente passato.

Guardando i listini banche in deciso recupero in quasi tutti i mercati. Fa eccezione Francoforte dove sono scattate le prese di beneficio su Deutsche Bank e Commerz con finali di seduta in lieve flessione.

Notevole performance del settore auto. Fca sale di oltre il 4%, a Francoforte balzo di Volkswagen che mette a segno un +7,70%, rialzi di quasi il 4% per Daimler e Bmw. A Parigi il titolo Peugeot guadagna quasi l'8% e Renault il 7%.

Giornata positiva anche sul mercato dei titoli di Stato con acquisti che hanno riguardato quasi tutti i bond governativi dell'area euro anche se con movimenti contenuti. Il Btp a 10 anni ha visto scendere il rendimento all'1,58% per poi attestarsi in chiusura all'1,60%. Dopo un avvio caratterizzato da vendite sono tornati gli acquisti anche sul Bund tedesco che ha visto scendere il rendimento sotto lo 0,25%.

Perde terreno l'euro sul dollaro con il cross che si avvia verso la soglia di 1,11 euro mentre il petrolio consolida il recupero di venerdì scorso con il Brent stabilmente sopra i 33 dollari al barile.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa