venerdì 20 gennaio | 17:11
pubblicato il 21/ago/2014 11:21

Bonanni: basta tartassare gli statali, governo cambi strada

(ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - "Il governo cambi strada sui dipendenti pubblici e accetti di discutere, altrimenti ci faremo sentire". A bocciare l'ipotesi di un prolungamento di altri due anni del blocco dei contratti e' il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, che chiede alla politica - in un'intervista al Messaggero - di concentrarsi invece su sprechi e inefficienze. "Spero che il governo non voglia proseguire su una strada sbagliata. Il blocco e' un fatto gravissimo: i dipendenti pubblici sono gli unici che hanno il reddito fermo da otto anni", aggiunge."Ormai il grosso del pubblico impiego e' fatto da persone che sono appena al di sopra dei 1000 euro al mese. E' una vicenda pericolosa non solo per gli interessati ma per tutta la pubblica amministrazione, che viene danneggiata: non c'e' piu' nessun progetto, non si affrontano - conclude - i problemi, come dimostra anche la vicenda del ricambio generazionale affrontata solo a colpi di slogan e di luoghi comuni". Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire