giovedì 19 gennaio | 00:17
pubblicato il 22/ott/2013 12:14

Bocconi: Sironi, attiriamo giovani talenti da tutto il mondo

Bocconi: Sironi, attiriamo giovani talenti da tutto il mondo

(ASCA) - Milano, 22 ott - L'universita' Bocconi come polo di attrazione di talenti da tutto il mondo. Il paragone e' del rettore Andrea Sironi che questa mattina ha parlato alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico dell'ateneo milanese. Gli obiettivi sono quelli di ''generare ricerca di impatto mondiale, formare la classe dirigente del futuro, valorizzare l'esperienza di vita in universita' e favorire la mobilita' sociale''. Sironi non ha dubbi: ''La capacita' di un paese di attrarre giovani altamente qualificati e ricercatori svolge un ruolo cruciale per lo sviluppo economico e sociale'', ha affermato, ricordando che ''le citta' con molti laureati hanno economie piu' dinamiche e creative e retribuzioni medie piu' elevate non solo per i laureati, ma anche per tutti gli altri lavoratori''. Grazie ai 3.193 studenti stranieri che frequentano l'universita' in qualita' di iscritti o in scambio, ai 160 docenti stranieri, 43 dei quali di ruolo, ai 3.327 studenti Bocconi all'estero per studio o stage, al campus recentemente aperto a Mumbai e al triple degree World Bachelor in Business, in collaborazione con University of Southern California e Hong Kong University of Science and Technology, la Bocconi e' un vero motore di internazionalizzazione e di attrattivita'. La Bocconi si propone di attrarre i giovani dalle migliori potenzialita', indipendentemente da ogni condizione sociale, in un paese in cui, ha ricordato ancora Sironi, ''si iscrivono all'universita' il 78% dei diplomati del ceto medio contro il 48% dei giovani del ceto popolare''.

A questo fine, nel 2012, la Bocconi ha erogato aiuti finanziari per 22,2 milioni di euro a oltre 2.000 studenti (il 15% degli iscritti) e ha portato a termine 1.000 interventi economici a supporto della mobilita' internazionale.

Nel 2013 ha, inoltre, avviato il progetto ''Una scelta possibile'' per favorire l'ingresso alla Bocconi di giovani provenienti da situazioni di grave disagio sociale, famigliare o economico, che non avrebbero altrimenti considerato la prosecuzione degli studi a livello universitario. A questi giovani, dopo il superamento della regolare selezione per l'accesso, vengono offerti retta, alloggio, vitto, computer, libri d i testo e una borsa di studi. L'iniziativa e' stata avviata, a livello sperimentale, con tre giovani, ma prevede di sostenere, a regime, 20 studenti l'anno.

fcz/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina