venerdì 02 dicembre | 23:58
pubblicato il 22/ott/2013 12:14

Bocconi: Sironi, attiriamo giovani talenti da tutto il mondo

Bocconi: Sironi, attiriamo giovani talenti da tutto il mondo

(ASCA) - Milano, 22 ott - L'universita' Bocconi come polo di attrazione di talenti da tutto il mondo. Il paragone e' del rettore Andrea Sironi che questa mattina ha parlato alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico dell'ateneo milanese. Gli obiettivi sono quelli di ''generare ricerca di impatto mondiale, formare la classe dirigente del futuro, valorizzare l'esperienza di vita in universita' e favorire la mobilita' sociale''. Sironi non ha dubbi: ''La capacita' di un paese di attrarre giovani altamente qualificati e ricercatori svolge un ruolo cruciale per lo sviluppo economico e sociale'', ha affermato, ricordando che ''le citta' con molti laureati hanno economie piu' dinamiche e creative e retribuzioni medie piu' elevate non solo per i laureati, ma anche per tutti gli altri lavoratori''. Grazie ai 3.193 studenti stranieri che frequentano l'universita' in qualita' di iscritti o in scambio, ai 160 docenti stranieri, 43 dei quali di ruolo, ai 3.327 studenti Bocconi all'estero per studio o stage, al campus recentemente aperto a Mumbai e al triple degree World Bachelor in Business, in collaborazione con University of Southern California e Hong Kong University of Science and Technology, la Bocconi e' un vero motore di internazionalizzazione e di attrattivita'. La Bocconi si propone di attrarre i giovani dalle migliori potenzialita', indipendentemente da ogni condizione sociale, in un paese in cui, ha ricordato ancora Sironi, ''si iscrivono all'universita' il 78% dei diplomati del ceto medio contro il 48% dei giovani del ceto popolare''.

A questo fine, nel 2012, la Bocconi ha erogato aiuti finanziari per 22,2 milioni di euro a oltre 2.000 studenti (il 15% degli iscritti) e ha portato a termine 1.000 interventi economici a supporto della mobilita' internazionale.

Nel 2013 ha, inoltre, avviato il progetto ''Una scelta possibile'' per favorire l'ingresso alla Bocconi di giovani provenienti da situazioni di grave disagio sociale, famigliare o economico, che non avrebbero altrimenti considerato la prosecuzione degli studi a livello universitario. A questi giovani, dopo il superamento della regolare selezione per l'accesso, vengono offerti retta, alloggio, vitto, computer, libri d i testo e una borsa di studi. L'iniziativa e' stata avviata, a livello sperimentale, con tre giovani, ma prevede di sostenere, a regime, 20 studenti l'anno.

fcz/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari