domenica 11 dicembre | 13:13
pubblicato il 18/dic/2015 15:29

BlackBerry: in rosso, ma batte stime. Focus su software funziona

Nel III trim. perdite in calo, fatturato scende ma meglio delle attese

BlackBerry: in rosso, ma batte stime, focus su software funziona

New York, 18 dic. (askanews) - BlackBerry ha superato le previsioni con i conti del suo terzo triemstre fiscale, segno che la strategia focalizzata sull'espansione delle vendite di software e servizi sembra portare risultati e mostrare buoni progressi. L'amministratore delegato John Chen, non senza tagliare notevolmente i costi, sta cercando di spostare il focus della società verso aree che in passato non erano considerate "core" dall'azienda: "Per sostenere la traiettoria attuale, aumenteremo gli investimenti per favorire la crescita nel settore dei software", ha detto Chen, che attende "una crescita del fatturato nelle divisioni software, hardware e messaging nel quarto trimestre".

La società canadese, che produce l'omonimo smartphone, ha fatto inoltre sapere che Priv, il dispositivo con sistema operativo Android lanciato a novembre, è stato ben accolto dal mercato, motivo per cui sarà ampliata la distribuzione ad altri operatori telefonici a livello globale nel corso dei prossimi trimestri.

Tutto questo sostiene il titolo di BlackBerry, che da tempo è in difficoltà a causa della concorrenza di rivali come Apple e Samsung: nel premercato a Wall Street guadagna poco meno del 4%, dopo essere balzato del 14% subito dopo la pubblicazione dei conti.

Detto questo, BlackBerry ha comunque chiuso i tre mesi al 28 novembre in rosso, con perdite nette per 89 milioni di dollari, -17 centesimi per azione, meno rispetto al rosso per 148 milioni di dollari, -28 centesimi per azione, dello stesso periodo dell'anno scorso. I risultati incudono numerose voci straordianrie, tra cui oneri per 38 milioni di dollari legati a costi di ristrutturazione e acquisizione e all'ammortamento di attività immatriali. Escludendo le voci una tantum, le perdite sono state pari a 3 centesimi per azione, mentre gli analisti attendevano un rosso da 14 centesimi per azione.

Il fatturato si è attestato a 548 milioni di dollari, in ribasso del 31% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, ma meglio dei 489 milioni attesi dagli analisti. La divisione software e servizi ha generato vendite per 162 milioni, contro i 74 milioni del secondo trimestre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina