sabato 10 dicembre | 18:11
pubblicato il 03/dic/2015 14:55

Biancardi (Authority Energia): nuove tariffe più vicine a utenti

Per l'Autorità oggi sono penalizzate le tecnologie efficienti

Biancardi (Authority Energia): nuove tariffe più vicine a utenti

Roma, (askanews) - Le nuove tariffe elettriche che l'Autorità per l'Energia ha varato saranno più vicine alle esigenze dei consumatori e supereranno il paradosso che oggi vede penalizzate le tecnologie più efficienti. Lo spiega il componente dell'Authority, Alberto Biancardi, in un'intervista ad Askanews.

"Essendo la tariffa progressiva, cioè aumenta più che proporzionalmente rispetto all andamento dei consumi - dice - oggi succede che alcune tecnologie elettriche, che pure sono efficienti, aggiungendosi ai consumi di base, che ciascuno di noi ha, trovano difficoltà ad essere acquisite. Proprio perché diventano poco convenienti perché fanno sì che il consumo di elettricità cresca molto e allora magari si scelgono il gas o altri combustibili. Questo non è giustificato dal costo, anzi la tecnologia sarebbe più efficiente e farebbe risparmiare in termini di consumi energetici complessivi, ma essendo la tariffa progressiva trova un ostacolo di tipo amministrativo. Questo dovrebbe aiutare con gradualità a far sì che queste tecnologie si diffondano di più a tutti i consumatori italiani".

"Noi da gennaio - annuncia - partiamo con un pezzo della tariffa che oggi è progressiva, gli oneri di rete, e la rendiamo non progressiva. E facciamo in modo, che tra l'altro è quello che un regolatore deve fare, che la tariffa risponda effettivamente ai costi. Siccome non ha senso che tariffa di rete sia progressiva, eliminiamo la progressività".

"Poi - prosegue Biancardi - nel corso dei mesi, acquisendo i risultati e confrontandoci con tutti i portatori d interessi come consumatori e produttori cercheremo di capire con che tempi e con che modi rendere piatta la tariffa. Sarà una cosa che richiederà mesi, anche qualche anno, perché è una cosa che dovrà essere accompagnata da tutta una campagna di informazione e di acquisizione di dati anche da parte nostra su cosa è meglio fare".

La riforma porterà anche al superamento della soglia di consumo dei 3 kWh per le famiglie. "Sicuramente - chiarisce - siccome sposteremo alcune parti della tariffa dall energia alla potenza, in cambio daremo la possibilità di scegliere in modo più vicino a quello che è il fabbisogno reale di potenza che ciascuno di noi ha nelle case. E anche in questo caso modificheremo la tariffa per renderla più vicina alle esigenze di ciascuno".

Sarà un processo che inevitabilmente comporterà piccoli aumenti per i consumi più bassi e "dovremo accompagnarlo anche con la riforma del bonus. Chi consumerà poco e si troverà in difficoltà, perché la tariffa potrà avere un piccolo aumento, troverà compensazione con il bonus che riallinea quello che paga oggi con quello che pagherà nel futuro".

Il bonus, inoltre, dovrà essere potenziato: "Questo sì, ma non è una cosa che dipende solo da noi, noi siamo un regolatore e siamo rispettosi delle scelte di tipo sociale che vendono dalll esterno. Ma noi faremo in modo che le tariffe rispondano ai costi, quando si consuma di più non è giusto che la tariffa sia progressiva. Poi vedremo come ribilanciarla per fare in modo che chi consuma poco non veda aumentare la bolletta che sta pagando oggi. Poi il single benestante è un conto, la famiglia numerosa, magari neanche benestante, è un altro".

La fine dei disincentivi ai consumi più alti farà sì che potremmo vedere in futuro condomini funzionanti interamente ad elettricità per le esigenze di cucina e riscaldamento, conclude Biancardi: "Potremmo vederli già oggi in realtà, perché spesso secondo me c è una difficoltà a cambiare i comportamenti e dovremo convincere che a volte il vettore elettronico è il migliore ma certo questo è un pezzo della riforma più generale che dovrebbe portarci ad una situazione di questo genere".

Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina