domenica 22 gennaio | 13:54
pubblicato il 17/dic/2015 12:45

Belgio e Germania al Top in Ue su offerte lavoro, Italia in coda

Ma Eurostat precisa: dati Penisola non paragonabili con altri

Belgio e Germania al Top in Ue su offerte lavoro, Italia in coda

Roma, 17 dic. (askanews) - Belgio, Germania e Gran Bretagna: sono i tre Paesi dell'area euro dove si registrano i maggiori livelli di offerte di lavoro, "vacancies" che per l'insieme dell'area euro si sono leggermente ridotte, all'1,6 per cento dei posti totali nel terzo trimestre, dall'1,7 per cento dei tre mesi precedenti. I dati sono stati diffusi da Eurostat, l'ente di statistica dell'Unione. Sull'insieme dell'Ue a 28 i posti liberi si sono limati all'1,2 per cento, dall'1,3 per cento del secondo trimestre.

Una offerta di lavoro (job vacancy) viene definita come un posto retribuito rimasto vuoto, che sta per rimanere vuoto o di nuova creazione, per il quale il datore sta attivamente cercando un candidato, anche all'esterno dell'azienda o dell'organizzazione.

In Italia nel terzo trimestre i posti di lavoro offerti risultavano pari allo 0,6 per cento del totale, dallo 0,7 per cento del secondo trimestre, vicino ai minimi dell'Ue. Tuttavia Eurostat puntualizza che i dati relativi a Italia, Francia, Danimarca e Malta non sono paragonabili con quelli degli altri Paesi, perché non includono le imprese con 10 o meno addetti. E nella pubblica amministrazione non includono scuola e sanità.

I livelli di offerta più elevati si registrano in Belgio, con un 2,7 per cento di posti liberi, Germania, 2,6 per cento, e Gb, 2,6 per cento. Seguono la Repubblica Ceca (2,3%), l'Austria (1,9%) e l'Estonia (1,7%). I valori più bassi si registrano invece in Lettonia (0,4%), Portogallo e Polonia (entrambi 0,6%). In generale nell'Unione europea, conclude Eurostat, ci sono più posti liberi nei servizi, con un 2 per cento, che nell'industria, dove sono all'1,1 per cento del totale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4